Neopatentati, possono guidare una Porsche elettrica ma non una termica da 70kw: uno strano paradosso

I veicoli elettrici non hanno restrizioni per i principianti. La nuova circolare del Ministero dell’Interno afferma che anche le Porsche Taycan possono essere guidate senza problemi. Per quanto riguarda le termiche, la situazione non è affatto simile, poiché il limite è ancora di 70 kW.

Neopatentati auto elettriche
Neopatentati auto elettriche – motori.news

Veicoli elettrici: circolari da rivedere

La questione si applica sia ai veicoli elettrici che a quelli ibridi plug-in e deve essere rivista. Infatti, il limite di potenza specifico per permettere la guida ai neopatentati è dato da un valore di tara di 65 kW/t, anziché dalla massima potenza espressa in kW.

Ed in più, il libretto dei veicoli a batteria indica la potenza erogata, che è un valore medio misurato su un periodo di 30 minuti. Quindi, se si guarda alla Taycan Turbo S, ad esempio, la cifra dei kW riportata nel libretto è molto più bassa della potenza di picco, che può raggiungere i 760 CV.

C’è quindi il rischio che i neopatentati si trovino a guidare un’auto che richiede un’attenzione particolare a causa delle sue prestazioni molto elevate.

Potenziale aumento degli incidenti

Le auto elettriche, così come le ibride plug-in, possono accelerare più velocemente perché la potenza raggiunge le ruote più rapidamente. Inoltre, le auto più potenti possono scattare da 0 a 100 km/h in circa tre secondi, un tempo che fa invidia alla maggior parte delle supercar termiche.

In queste condizioni normative, i neofiti possono finire per avere a che fare con auto inesperte. Mentre guidano un veicolo termico, devono accontentarsi al massimo di un’auto da 70 kW. Questo perché è probabile che gli incidenti aumentino in proporzione alla crescente popolarità delle auto alla spina o a batteria.

Auto elettrica – motori.news

Veicoli elettrici e ibridi plug-in che possono guidare i principianti

Secondo le nuove regole, come già detto sopra, i neofiti possono guidare qualsiasi veicolo elettrico e ibrido plug-in, purché rispettino l’unico limite di un rapporto potenza/tara omologato di 65 kW/tonnellata.

In effetti, questo intervento ha quasi eliminato le limitazioni di potenza per i neopatentati, almeno per quanto riguarda i veicoli a zero e a bassa emissione di CO2. In particolare, per chi ha la patente B da meno di un anno, ecco i modelli BEV e PHEV che rientrano nei nuovi limiti:

– Tesla Model 3 RWD (rapporto potenza/tara 47,8 kW/t);
– Porsche Taycan Turbo S (rapporto potenza/tara 59,9 kW/t);
– Ford Mustang Mach-E AWD 351 cv (rapporto potenza/tara 54,9 kW/t);
– Kia EV6 77,4 kWh AWD GT (rapporto potenza/tara 65 kW/t);
– Mercedes EQC 400 4Matic Sport (rapporto potenza/tara 58,1 kW/t);
– BMW iX M60 (rapporto potenza/tara 58,7 kW/t).

Si attendono aggiornamenti

La questione è paradossale, in quanto è comprensibile offrire incentivi per i veicoli elettrici e ibridi plug-in. Tuttavia, tali concessioni a livello di guida possono essere pericolose. In realtà, non si tratta solo di indirizzare i veicoli elettrici e plug-in verso le termiche, ma di creare una nuova fonte di pericolo sulle strade.

Che si tratti di distrazioni dovute all’uso dello smartphone o di eccesso di velocità nei tratti di strada più pericolosi, mettere un principiante al volante di un veicolo ad alte prestazioni non migliorerà di certo le statistiche sugli incidenti. Ci aspettiamo quindi che facciano un passo indietro per la sicurezza di tutti.