Il progetto a medio termine Nissan M.O.V.E. prevede di vendere 1 milione di veicoli elettrici entro il 2022. Negli obiettivi del piano industriale ci sono ben 8 nuovi mezzi full electric che verranno sviluppati con le tecniche messe a punto per la Nissan Leaf. Nissan M.O.V.E. si pone anche come punto di arrivo la diffusione di 20 modelli di auto in 20 mercati diversi, dotati di tecnologia di guida autonoma.

Tutte le auto Nissan, Datsun ed Infiniti dovranno essere connesse ad internet entro 5 anni. I presupposti sono ottimi viste le vendite che hanno subito un’impennata negli ultimi anni. Inoltre la partnership con Renault e la condivisione di piattaforme e tecnologie anche con Mitsubishi potrebbe mettere in discussione il primato del Gruppo Volkswagen. Le dichiarazioni di Philippe Klein (pianificatore del progetto Nissan M.O.V.E.) sono davvero ottimistiche: “la nostra strategia tecnologica e di prodotto è rivolta a posizionare Nissan come leader nell’evoluzione nel settore automotive, nella tecnologia e nel business. Il nostro impegno si concentra sull’implementazione della Nissan Intelligent Mobility, fondata sui tre elementi di elettrificazione, guida autonoma e connettività attraverso nuovi servizi di mobilità”.

La volontà è quella di investire gli utili realizzati negli ultimi anni per una tecnologia al servizio di tutti gli automobilisti. Secondo il piano Nissan M.O.V.E. ben il 40 % delle auto vendute nel 2022 sarà elettrico, e si arriverà al 50% entro il 2025. Il Gruppo quindi deve farsi trovare pronto. Oltre alla Leaf ed alla monovolume N200, Nissan ha già in progetto un suv di medie dimensioni 100% elettrico. Già pianificata la citycar elettrica “kei” che vedremo inizialmente in Giappone e poi forse anche in Europa.

Anche il marchio di lusso Infiniti rientra nel piano Nissan M.O.V.E. La volontà è quella di progettare modelli di alta gamma elettrici con prestazioni all’avanguardia. Questi dovranno competere con Tesla e con i modelli che soprattutto le case tedesche stanno mettendo in cantiere. Nissan M.O.V.E. prevede inoltre lo sviluppo della tecnologia ProPILOT, per offrire la guida autonoma su autostrade a più corsie e per gestire le destinazioni del veicolo in completa sicurezza ed autonomia. Infine tanta connettività a bordo con il lancio dell’Alliance Connected Cloud.

Un sistema che rappresenta la base per consentire l’ampliamento dei servizi di connessione e di mobilità offerti da Nissan. Si vuole anche garantire la possibilità di accedere a servizi di trasporto on demand su veicoli robotizzati. Entro l’inizio del prossimo decennio, Nissan prevede di fornire servizi commerciali direttamente ai clienti.