Non usare MAI più il cavetto in auto, cosa è stato scoperto: pericolosissimo

La tecnologia non si ferma mai e continua a fare passi da gigante, di anno in anno. Ci sono sempre delle novità interessanti che riguardano i caricabatterie auto, pronte a cambiare la vita di chi viaggia. Ecco l’ultima. 

Caricabatteria auto
Caricabatteria auto -Motori.news

Coloro che sono costretti a viaggiare anche più ore al giorno, per lavoro o per piacere, si ritrovano a dover affrontare disagi di vario tipo, come lo smartphone scarico.

In questo caso si va alla ricerca del cavo usb e quindi del caricabatterie auto che non manca mai e che causa non pochi disagi. E’ certamente vero che torna utile quando all’improvviso ci si trova con la batteria totalmente scarica. Ma è vero pure che è super fastidioso trovarsi il cavo tra i piedi, che si impiglia dappertutto e che dà l’impressione di un’auto totalmente trascurata, disordinata, sporca e caotica.

La soluzione al problema dello smartphone scarico e degli odiosi cavi usb in giro per la macchina

Chi usa lo smartphone in auto, anche come navigatore, per quanto non possa farlo, spesso rimane con la batteria scarica, quindi va alla ricerca del famoso cavetto che pendendo da qualunque parte spesso si rovina e non funziona più. A rovinarsi sono in particolare i fili presenti internamente.

Ma da adesso in poi probabilmente il problema non ci sarà perché la tecnologia ha fatto un grosso regalo a tutti coloro che sono alla ricerca della soluzione al problema ormai da tanto tempo. Si tratta del caricabatterie auto wireless. Non ce n’è uno valido per tutti i telefoni, bensì uno per tipologia e per marca di smartphone. Sono in pochi quelli adattabili.

Caricabatterie auto-Motori.news

Caricabatterie auto, ecco come funziona e quanto costa

Il caricabatterie auto in questione, è in grado di ricaricare lo smartphone senza dover collegare alcun cavo, sfruttando magneti che sono posizionati dietro il dispositivo stesso. Quindi, si sistema lo smartphone sulla base di ricarica che può essere poggiata in qualunque punto della macchina e si verifica l’avvio della ricarica.

Bisogna soltanto fare attenzione a come si poggia il dispositivo sul Pad di ricarica, perché se non è appoggiato correttamente, la ricarica si interrompe e quindi il dispositivo non carica come dovrebbe. La ricarica wireless è un metodo di ricarica a induzione, pratico semplice e veloce. Il pad tra l’altro occupa pochissimo spazio, ci consente di togliere talmente quegli odiosi e fastidiosi cavi USB dalla macchina.

Può essere lasciato per esempio vicino al cambio, sotto il freno a mano, dentro il cruscotto per essere tirato fuori soltanto quando serve. Questo dispositivo può essere acquistato on-line praticamente da qualunque sito, ci sono caricatori che costano €20 e altri che investe costano qualcosa di più. Tutto varia in base alle caratteristiche del prodotto.