Secondo le ultime indiscrezioni pare sia giunta un’altra conferma circa l’addio alla Ferrari e il ritiro di Sebastian Vettel. A renderlo noto sarebbe stato Bernie Ecclestone, ex boss della Formula 1, il quale l’avrebbe dichiarato in una recente intervista rilasciata ai microfoni di ‘Sport Bild’. Stando alle dichiarazioni del noto conoscitore del Circus, non scommetterebbe sulla presenza del pilota tedesco sulla griglia di partenza di F1 dopo la stagione 2020. Non scommetterebbe nemmeno del denaro in merito a ciò. Secondo Ecclestone il campione della Ferrari avrebbe perso la sua voglia di lottare e di vincere, pare non abbia più fame come quella di un tempo. In conclusione Bernie è più che certo che Vettel sarà prossimo alla decisione più consona.

Non sarebbero le prime indiscrezioni ad arrivare circa il ritiro di Sebastian Vettel. Sono voci che circolano da un po’ di tempo nel paddock. Ad ogni modo quelle giunte di recente dall’ex capo di F1 confermano sempre di più un addio del quattro volte campione iridato. Tra l’altro il tedesco è da qualche mese diventato padre del terzo figlio e questo potrebbe portare il pilota a dire stop alla sua carriera.

F1, Ecclestone elogia Leclerc

Oltre alle parole spese sul possibile ritiro di Vettel, l’ex patron della Formula 1 ha voluto elogiare il giovane talento della Ferrari Charles Leclerc. Secondo Bernie il pilota monegasco gli ricorda molto Michael Schumacher e può diventare una grande figura per la F1.

Arrivano le parole di Binotto sulla coppia Vettel-Leclerc

Sulla coppia d’attacco della Ferrari composta da Sebastian Vettel e Charles Leclerc, è intervenuto ai microfoni Mattia Binotto, team principal della scuderia di Maranello. Queste a seguire sono le due dichiarazioni rilasciate a ‘Auto Motor und Sport’, accennando anche al piccolo battibecco accaduto al GP del Brasile:

Abbiamo un ottimo abbinamento di piloti, non esplosivo quello che è successo in Brasile non dovrebbe accadere, ma fuori dalla macchina Sebastian e Charles si comportano bene l’uno con l’altro. Sanno che la collisione è stata inaccettabile e ne hanno parlato in privato“.

Binotto ha poi proseguito confermando la buona atmosfera che circola. Vettel e Leclerc conoscono molto bene gli obiettivi della Ferrari e sono a conoscenza che il primo punto da osservare è l’importanza della squadra. La gestione di entrambi i piloti, vista dell’esterno potrebbe ingannare, ma in realtà non è complicata.

F1, Ferrari 2020: a quando la presentazione

La presentazione della nuova monoposto, che sarà presente sulla griglia di partenza della stagione 2020 di F1, è attesa per l’11 febbraio alle ore 18.30. L’evento si terrà presso il Teatro Municipale ‘Romolo Valli’ di Reggio Emilia, dunque non più presso la consueta casa di Maranello.