GP del Qatar - Losail - Foto | Sito Uff. Red Bull

La notizia era nell’aria e la conferma ufficiale è giunta ieri 30 settembre. La Formula 1 avrà il Qatar come appuntamento il prossimo 21 novembre. Erano ormai anni che le trattative andavano avanti, ma che non effettivamente non si sono mai concretizzate. Le autorità del Qatar e Liberty Media, l’organizzatrice del mondiale, hanno perseguito un accordo che prevede la presenza del paese arabo nel calendario del Circus fino al 2030.

Il circuito di Losail ospiterà il GP del Qatar, si tratta di una pista lunga 5380 metri dotata di un layout di 16 curve e di un impianto di illuminazione che consente lo svolgimento di gare in notturna. Stefano Domenicali, presidente e amministratore delegato del Formula One Group, ha dichiarato che sono molto lieti di accogliere il Qatar nel calendario della Formula 1 sia questa stagione che a lungo termine le autorità sono state incredibili, hanno operato con efficienza e velocità per poter garantire lo svolgimento della gara in questa stagione.

Domenicali ha inoltre commentato che hanno dimostrato che possono continuare ad adattarsi e constatano il grande interesse per il loro sport manifestato da tanti paesi. L’enorme sforzo di tutte le squadre, F1 e FIA sta rendendo possibile in questa stagione un calendario di 22 gare, un traguardo impressionante considerando quanto sia impegnativo questo periodo, ed è qualcosa di cui tutti possono essere orgogliosi.

Anche Jean Todt, ex team principal della Ferrari, si è voluto congratulare con la Formula Uno, la Qatar Motor & Motorcycle Federation e le autorità del Qatar hanno lavorato instancabilmente, per realizzare in modo rapido ed efficiente il Gran Premio inaugurale in Qatar in un periodo molto impegnativo. Il Losail International Circuit, che accoglierà la gara, ha lavorato a stretto contatto con loro per assicurarsi che siano completamente pronti per questa importante occasione. Sono molto orgogliosi di questo risultato raggiunto grazie all’impegno di tutte le parti in causa.

Infine, è intervenuto anche Abdulrahman Al-Mannai, presidente della Federazione Nazionale del Qatar, dichiarando che si tratta di un giorno molto speciale per il Motorsport in Qatar Motorsport, le ambizioni della loro nazione come ospite di importanti eventi sportivi si stanno concretizzando. Si reputano molto orgogliosi di essere stati in grado di supportare la Formula 1, intervenendo e ospitando una gara nel loro paese in un lasso di tempo così breve, assicurando allo stesso tempo un accordo rivoluzionario a lungo termine con la F1, che conferma il Qatar come casa sia della Formula 1 che della MotoGP per il prossimo decennio.