kawasaki

La fabbrica di moto giapponese, la Kawasaki, ha annunciato che dal 2035 in molti dei mercati, tra cui quello europeo, verranno vendute solo moto elettriche.

Se ne parlava da tempo e visto l’andamento dello sviluppo tecnologico e della conseguente scelta che fa la concorrenza, anche la casa dalle moto verdi ha deciso di prendere questa via.

Già a EICMA 2019 abbiamo visto di cosa sia capace l’azienda nello sviluppare nuovi prodotti EV. Quello che sarà il primo modello della casa totalmente elettrico sembra avere le sembianze di una Ninja in versione più docile. L’azienda inoltre dichiara che nel 2025 vedranno la luce ben 10 moto ibride o elettriche, questo è ancora da definire, ma la strada verso il nuovo è tracciata per la casa.

Kawasaki con questa moto cerca di entrare in un nuovo settore che già è molto sviluppato con aziende come Zero e Energica che sono leader mondiali. Per soddisfare le aspettative dovrà uscire di fabbrica una due ruote che faccia scordare anche la mitica Ninjia 1000, anche se è un po’ difficile.

Specifiche Tecniche

Quello che è sicuro che sappiamo è che sarà una due ruote elettrica con motore e pacco batterie posizionati nel cuore del telaio. Alcune voci dicono probabilmente, che la potenza si aggirerà sull’ordine dei 10 KW con una potenza massima di 20 KW, quindi una moto per ragazzi con patente A1.

kawasaki

Inoltre, la Kawasaki sta sviluppando un propulsore, prototipo, a idrogeno sulla base di quello della Ninja H2.

Le ambizioni e gli obbiettivi sono molti per l’azienda che oltre alla parte meccanica vuole portare un cambiamento radicale anche in quella elettronica. Infatti, ha in mente di sviluppare nuove tecnologie con alla base un’intelligenza artificiale che insieme a radar e lidar possano fare di una moto un capolavoro molto più sicuro e facile da usare.

Queste scelte potrebbero aumentare il fatturato netto dell’azienda facendolo arrivare fino a 1 trilione di Yen, entro il 2030.

Del prezzo purtroppo non abbiamo notizie, ma dovrebbe essere probabilmente di media fascia, intorno ai 10.000 euro.