Iniziano le celebrazioni per i 115 anni del marchio Lancia. Un brand prestigioso che ha fatto la storia dell’automobile italiana e mondiale. Un viaggio nel tempo che Stellantis ha deciso di proporre, dal 1906 ai giorni nostri, con una serie di interviste e di appuntamenti che ripercorreranno le varie facce del passato del brand.

Nel primo episodio di questo viaggio, dal titolo “Design senza tempo”, Luca Napolitano dialoga con Jean-Pierre Ploué, nuovo capo dell’area di design di Lancia. Dalla 12HP del 1907 all’Aprilia, dall’Aurelia B24 Spider alla Fulvia, dalla Stratos alla Thema, sono tante le vetture iconiche di un brand che negli anni ha testimoniato il meglio dell’industria automobilistica nazionale. Questi alcuni passi del dialogo:

Lancia non è estetica fine a se stessa,Lancia è design – spiega Jean-Pierre Ploué -, è lo “stile italianoche è un connubio unico di eleganza classica, creatività e passione.E lo dico in quanto designer francese a cui Lancia ha dato una prospettiva diversa sull’italianità e anche sul modo di fare “design” di automobili in generale. Lancia è stata capace di creare automobili dal design ricercato, ma mai legato a un puro vezzo creativo

E allora che facciamo, ci mettiamo a lavorare sulla storia della Lancia del futuro? Allons y, andiamo!“. Di seguito il link al video del primo episodio:

LA STORIA CONTINUA

Il filmato termina con le parole “la storia continua“. Un’affermazione davvero importante a significato che il marchio Lancia avrà un futuro prestigioso. La vedremo infatti protagonista del polo del lusso di Stellantis, con una piena sinergia con Alfa Romeo e soprattutto DS. Quali saranno i nuovi modelli attesi al debutto? La verità si conoscerà solo nei prossimi mesi con la presentazione del piano industriale del gruppo. Avanziamo alcune ipotesi di cosa e quando potrebbero esserci delle novità.

  • 2022: probabilmente ancora nulla, per il rilancio del brand servirà più tempo;
  • 2023: arrivo di un B-suv entro la fine dell’anno, su pianale CMP, anche elettrica;
  • 2024: nuova Lancia Ypsilon, su piattaforma francese ed anche elettrica;
  • 2025: suv di segmento C e possibile berlina di segmento C con nome Delta;
  • 2026: ritorno della grande ammiraglia Thema, anche coupè e shooting brake.

Altre possibilità sono il ritorno nel segmento A con una piccola nuova A112 elettrica, lunga circa 380 cm, da porre sotto alla futura Ypsilon ed il lancio di una vettura per famiglie, piuttosto elegante, anche in variante sw, come erede della Lybra. Per ora queste sono tutte informazioni da prendere con le pinze. Vi aggiorneremo appena avremo ulteriori novità.