L’alleanza FCA-Renault che secondo le ultime informazioni sembra procedere sui binari giusti potrebbe portare nuova linfa in Casa Lancia. Il marchio storico di proprietà di FCA, nato nel lontano 1906, meriterebbe un posto ben definito e di primo ordine. Già siamo felici che da alcuni mesi si comincia a parlare di una nuova Lancia Ypsilon e non di chiusura del marchio come si faceva un anno fa.

Se guardiamo i piani futuri della possibile alleanza FCA-Renault ci accorgiamo che, con i modelli ad oggi in gamma nei vari marchi e con quelli che potrebbero nascere, c’è una fascia di mercato completamente scoperta. Parliamo delle vetture piccole e medie premium o di lusso. Un posto totalmente vacante che attualmente né Alfa Romeo, né Maserati, né Infiniti, Renault o Nissan riescono a colmare.

Una ghiotta occasione che Lancia potrebbe prendere al volo ricevendo l’ok, una volta nato il maxi gruppo automobilistico. Proprio qualche giorno fa sul sito Passione Auto Italiane sono iniziate a circolare alcune voci su una possibile espansione della gamma Lancia che potrebbe non essere relegata alla sola Ypsilon. Oltre alla piccola segmento B che dovrebbe rinascere totalmente tra il 2020 ed il 2021, potremmo assistere all’arrivo di altri due modelli. Stiamo parlando, come date, di 2021-2022.

In rampa di lancio ci potrebbero essere una nuova Lancia Delta ed un crossover di medio-piccole dimensioni lungo circa 420-425 cm. La nuova Lancia Ypsilon sarà molto probabilmente la prima vettura della Casa a far esordire la tecnologia mild-hybrid. Sulla nuova piattaforma CMF-C del Gruppo Ranault, potrebbero invece essere costruiti i successivi modelli Lancia.

La nuova Delta, lunga almeno 440 cm dovrebbe essere una berlina a due volumi di fascia alta con motori a benzina e forse anche a gasolio e potenze tra 120 e 250 CV. L’auto potrebbe avere la stessa piattaforma della futura Renault Megane. Il prezzo d’attacco potrebbe essere attorno ai 23-24 mila euro. In previsione su questo modello potrebbero arrivare anche versioni ibride plug-in. In parallelo sul crossover, a sola trazione anteriore, già precisato poco sopra, potrebbero essere adottate le stesse motorizzazioni.

Gli sviluppi di una eventuale alleanza Renaulr-FCA si sapranno entro la metà del mese di giugno. Per conoscere poi i successivi piani industriali se ne parlerà nel 2020. Continuate a seguirci per scoprire le future novità su Lancia.