Ci sarà una seconda generazione dell’Alfa Romeo Giulia? Probabilmente sì. Sono infatti trapelate alcune immagini, che abbiamo estrapolato dal forum di Cochespias e che ci sembra doveroso proporvi. Si tratta dei primi bozzetti in scala 1:1 della futura berlina della Casa di Arese

Una vettura a tre volumi, progettata in argilla che sembra prefigurare una sportivissima berlina che potrebbe crescere in dimensioni. A quanto pare sembra che la fonte sia reale. Nel seguente link le due immagini che immortalano la futura Alfa Romeo Giulia.

ALFA ROMEO GIULIA 2025, PRIME FOTO SPIA

La nuova Giulia potrebbe arrivare nel 2026, circa 3 anni e mezzo dopo il restyling della generazione attuale, atteso per inizio 2023.

L’auto potrebbe nascere su piattaforma STLA Medium ed avere in gamma diverse motorizzazioni elettriche. Probabilmente vedremo anche unità endotermiche con tecnologia plug-in, accoppiate quindi ad un motore a batteria. Le potenze andranno indicativamente da circa 160-180 CV a quasi 600 CV in quella che potrebbe essere la futura Alfa Romeo Giulia QV, magari a batterie.

La lunghezza dell’auto potrebbe salire a 480 cm. Probabile l’arrivo anche della carrozzeria wagon e di una coupè. I tagli di batterie dovrebbero andare da 65 a 100 kWh tali da garantire autonomie tra i 450 ed i 700 km. Le plug-in potrebbero sfiorare i 100 km in modalità a zero emissioni.

La futura Alfa Romeo Giulia punterà a piazzarsi ai vertici del segmento D, cercando di minare quello che è assoluto predominio dei brand tedeschi Audi, BMW e Mercedes. Avremo tecnologia di alto livello con infotainment di ultima generazione, connettività e tanti ADAS.

Tante saranno inoltre le possibilità di configurare la vettura con la volontà di avere liste accessori, cerchi e colorazioni davvero infinite come avviene sulle concorrenti tedesche. Il prezzo della futura Alfa Romeo Giulia potrebbe partire da circa 40 mila euro.

Sarà da capire quando Stellantis si sbilancerà a dare informazioni sul futuro della Casa del Biscione, da troppo tempo ferma al palo con pochi modelli in gamma e vendite ai minimi storici. Dal 2022 la storia per Alfa Romeo cambierà, sperando di vedere a breve i frutti di un processo di rinnovamento atteso da troppi anni.