Alfa Romeo è sparita ormai da anni dal segmento B. Sembra che fino al 2023 non vi ritornerà. Quando andrà a ricoprire questo buco lo farà con un crossover denominato Brennero o Palade. L’auto sarà probabilmente costruita in Polonia ed avrà in gamma almeno una o due versioni elettriche.

Negli anni successivi poi Alfa Romeo punterà a lanciare un modello all’anno, con una sempre maggior propensione all’elettrico.

Con il passare degli anni il prezzo delle vetture a batteria andrà pian piano a calare. Per cui sarà sempre più proficuo lanciare anche vetture medio/piccole. Queste ad oggi sono molto costose rispetto i pari modello con motori termici. Dopo il 2026 circa ci dovrebbe essere un pareggio dei prezzi che porterà poi, negli anni seguenti, ad avere vetture a batteria sempre più economiche.

In questa fase, complice anche l’incremento di capacità di immagazzinare energia nelle batterie, assisteremo ad una nuova era per le compatte. Alfa Romeo cosa farà? Potrebbe tornare l’Alfa Romeo Mito?

Le immagini utilizzate nell’articolo sono dei render non ufficiali. Si tratta di screenshot presi dal filmato YouTube del canale Rons Rides. Inseriamo di seguito il link al filmato:

La nuova Alfa Romeo Mito potrebbe essere una versione di fascia premium delle compatte future di Stellantis. Basata sulla piattaforma STLA Small, potrebbe arrivare dopo il 2026 ed essere solo elettrica.

Lunghezza di circa 405-410 cm e spazio a bordo per 5 occupanti, con vano bagagli da circa 300-320 litri. L’auto potrebbe arrivare con look molto sportivo e prezzi a partire da circa 22-23 mila euro, tanto da renderla una delle più costose compatte di segmento B.

Frontale in stile Tonale, fari full LED di serie, cerchi fino a 18 pollici e strumentazione digitale potrebbero essere solo alcuni degli attributi della vettura. Tanti adas, sistema di infotainment di ultima generazione e contenuti tipici di vetture di segmento superiore farebbero della nuova Mito una delle più prestigiose compatte sul mercato.

A livello di motori potremmo avere versioni a trazione anteriore con potenze tra i 100 ed i 180 CV. La top di gamma, chiamata QV o Veloce, potrebbe avere doppio motore e trazione integrale elettrica, con almeno 230-240 CV.

Batterie tra i 45 ed i 60 kWh potrebbero garantire autonomia tra i 350 ed i 520 km.