Audi farà continuare la carriera del celebre modello TT? Ancora non lo sappiamo, quello che risulta ad oggi probabile è che se di Audi TT si parlerà ancora in futuro, questa potrebbe rinascere completamente elettrica.

Già sappiamo che nei prossimi quattro anni usciranno ben 20 nuovi modelli a batteria per la Casa degli Anelli. Tra questi a breve vedremo i suv Q4 (anche in variante Sportback) e Q6 (anch’esso probabilmente proposto anche nella versione con lunotto e montanti posteriori inclinati).

Vedremo poi molto probabilmente almeno un’ammiraglia, una maxi berlina ed una possibile media di segmento C, magari proposta anche in variante suv. Altro probabile arrivo è quello di una quarta generazione dell’Audi TT completamente a batteria, non prima di fine 2023.

Le immagini proposte nell’articolo sono degli screenshot non ufficiali presi dal filmato pubblicato dal canale Youtube AN Sparks. Di seguito il link al video:

La futura Audi TT potrebbe crescere in dimensioni e basarsi sulla piattaforma MEB. Lunghezza attorno ai 425-430 cm e tre livelli di motorizzazioni. La base a trazione posteriore con 204 CV ed un unico motore, le più potenti S ed RS con doppio motore elettrico e con un totale rispettivamente di 265 e 306 CV (trazione quattro). Difficile la possibilità di vedere anche una variante RS Plus da 410 CV (in ogni caso mai dire mai).

I pacchi batterie da 62 e da 77 kWh consentirebbero alla baby sportiva autonomie comprese tra 400 e 550 km. Un tale modello potrebbe arrivare in parallelo alla futura versione delle Porsche 718 Cayman e Boxster. Anche la gamma della sportiva d’attacco della Casa di Zuffenhausen potrebbe essere, almeno parzialmente, elettrificata.

Prezzi ed informazioni riguardanti il futuro dell’Audi TT non sono ovviamente ancora ufficiali. Bisognerà aspettare ancora un anno o due per capire il futuro di questo iconico modello, nato nel 1998 e giunto oggi alla terza generazione.

Come già anticipato, sembra che il futuro di Audi sia votato sempre più ad offrire modelli a batteria. Se questo tipo di propulsione prenderà davvero piede ed inizierà ad avere costi di acquisto inferiori ad oggi ci aspettiamo nel giro di 7-8 anni una gamma modelli elettrica praticamente parallela, se non sostitutiva, di quella tradizionale odierna. Seguiteci per aggiornamenti.