Una sportiva a tre porte e 4 posti manca a listino per il marchio Fiat da ormai troppo tempo. L’ultima vettura di tale genere è stata la Fiat Coupè, realizzata tra il 1994 ed il 2000. L’auto è stata concepita dal centro stile Fiat insieme a Pininfarina.

Nella versione top di gamma la Fiat Coupè montava il potente 2.0 litri “Pratola Serra” a 5 cilindri, capace di sviluppare ben 220 CV a 5750 giri/min, con una coppia massima di 310 Nm. La velocità massima erà di 250 km/h con scatto da 0 a 100 in 6,3 secondi.

La trazione era anteriore, abbinata a cambio manuale a 6 rapporti, spensioni a ruote indipendenti anteriori e posteriori, MacPherson all’avantreno e bracci tirati al retrotreno. I freni, sempre per la variante più potente erano a disco da 305 mm all’anteriore e da 251 mm al posteriore. In totale la Fiat Coupè è stata prodotta in quasi 73 mila esemplari.

Potrebbe rinascere con la nascita del gruppo Stellantis una sportiva a 4 posti in Casa Fiat? Ad oggi è difficile dirlo, anzi la possibilità appare piuttosto remota. Non si tratta infatti di un segmento di mercato abbastanza remunerativo e che può interessate grosse fette di clienti.

Certo è che, avendo così tanti brand nel gruppo, una sportiva di tal genere potrebbe essere sviluppata e condivisa tra più marchi.

La versione base con marchio Fiat, la stessa vettura con propulsori leggermente più spinti, targata Abarth. Una versione abbastanza elegante magari con nome Peugeot ed una ad alte prestazioni sotto egida Alfa Romeo. Insomma le ipotesi potrebbero essere tante.

Le immagini utilizzate nell’articolo sono state realizzate da Mirko Del Prete, ecco il suo profilo Instagram. Si tratta di foto non ufficiali.

POSSIBILI CARATTERISTICHE

Se una Fiat Coupè rinascerà, non se ne parlerà prima del 2028-2029. In questo caso la vettura potrebbe arrivare completamente elettrica, sfruttando la piataforma STLA Medium. Longa circa 450-460 cm, l’auto potrebbe debuttare con logo Fiat con potenze comprese tra 170 e 250 CV.

Una pari versione potrebbe rilanciare il marchio Abarth, con potenze tra i 250 ed i 350 CV, magari con trazione posteriore o integrale elettrica. Per ora tutte supposizioni. Non rimane che attendere che Stellantis sveli il proprio piano industriale per capire quali modelli sarannno lanciati effettivamente.