La Fiat Marea è stata una delle ultime vetture destinate alle famiglie, proposta dal brand torinese tra il 1996 ed il 2003. Dopo di lei è arrivata (solo per i mercati dei paesi emergenti) la Fiat Linea, seguita dalla Fiat Tipo, oggi in commercio. La carriera della Fiat Marea è poi proseguita sino al 2007 per il mercato brasiliano. Qui è stata assemblata nello stabilimento di Betim.

Visti i motori ad oggi disponibili per la Fiat Tipo, possiamo dire che la Marea è stata anche l’ultima auto per famiglie del marchio Fiat ad essere commercializzata con propulsori di una certa potenza. A listino infatti vi erano un 2.0 litri a benzina da 147 CV prima, diventati poi 155. A gasolio la potenza massima ha raggiunto i 131 CV grazie ad un 2.4 JTD con iniezione diretta. Addirittura per il mercato brasiliano sono stati lanciati un 2.4 litri a benzina da 160 CV ed un 2.0 litri da ben 182 CV.

La Fiat Marea è stata lanciata sia in versione a tre volumi (lunga 439 cm) che station wagon (lunga 449 cm), denominata Weekend. L’auto, nella versione da 155 CV, è stata utilizzata anche dalla Polizia di Stato italiana.

Il designer brasiliano Jonathan Machado ha immaginato la Fiat Marea come una sportiva, basandola sulla Ferrari 360 Modena. Un esperimento davvero ben riuscito, viste le immagini che abbiamo pubblicato nell’articolo e che ci sono state gentilmente concesse proprio dall’artista brasiliano.

Inseriamo di seguito anche i link ai suoi profili social Facebook ed Instagram:

PROFILO FACEBOOK DI MENTIRAS AUTOMOTIVAS

PROFILO INSTAGRAM DI MENTIRAS AUTOMOTIVAS

La Ferrari 360 Modena è stata la supercar d’attacco della Casa di Maranello, prodotta nello stesso periodo della Fiat Marea (1999-2004). L’auto montava un V8 da 3.6 litri con una potenza di 400 CV ad 8500 giri/minuto. Le prestazioni erano di oltre 295 km/h di velocità massima con 0-100 in 4,5 secondi. Questo modello è stato prodotto in oltre 16 mila esemplari.

L’unione dei due modelli ha dato vita ad una coupè molto aggressiva, con frontale in pieno stile Fiat di fine anni ’90 ed enormi cerchi da 18 pollici. Il quaruplo scarico posteriore dona al render un ulteriore tocco di sportività. Non sappiamo come mai l’auto sia stata chiamata Marea V10. In quegli anni i motori V10 erano utilizzati da Ferrari solo in Formula 1. Un’idea pazzesca di vedere una Fiat Marea con 7-800 CV? Perchè no!!