Nata nel 2018, la quarta generazione della Ford Focus si appresta a ricevere il facelift di metà carriera. Un ringiovanimento estetico che andrà, con una certa probabilità a ritoccare anche la meccanica dell’auto.

La volontà è quella di portarsi, per quanto possibile, al passo con le più recenti avversarie di mercato come la Volkswagen Golf, la Opel Astra, la Seat Leon e la Peugeot 308. Si cercherà di riportare le commercializzazioni sopra quota 200 mila, un valore quasi sempre superato dall’auto che ha comunque perso consensi nell’ultimo decennio per l’impennata di vendite che hanno avuto i suv e crossover come Puma e Kuga.

Vendite Ford Focus in Europa nell’ultimo ventennio, fonte Carsalesbase

Come si presenterà la nuova Ford Focus ce lo dice il video del canale Youtube AutoYa, di cui inseriamo di seguito il link. Precisiamo che non si tratta di immagini ufficiali, ma di un render che dovrebbe mostrare come sarà, indicativamente, l’auto:

Nel confronto con la versione attuale, vediamo un profilo dei fanali anteriori più affusolato, con nuovo design dei LED interni ai gruppi ottici. Anche griglia frontale e mascherina sono state ritoccate ed affinate.

Piccoli ritocchi si avranno anche nella parte posteriore, soprattutto per quanto riguarda la fanaleria. La Ford Focus 2022 sarà come sempre commercializzata nelle versioni a 5 porte, station wagon ed Active, con assetto rialzato (sia a due volumi che famigliare). Attese anche nuove tinte e cerchi in lega inediti.

Avremo migliorie tecniche anche dentro con la strumentazione che potrebbe essere digitale su tutte le versioni e con un sistema di infotainment reso più moderno. Ritocchi si avranno anche alla plancia ed ai materiali interni.

Per quanto riguarda i motori, spazio al 1.0 EcoBoost mild hybrid da 125 e 155 CV a benzina. A gasolio potremmo avere solo il 2.0 litri in una o due declinazioni. Quasi impossibile ad oggi il debutto della versione full hybrid dotata di 2.5 da 190 CV complessivi.

La potente Ford Focus ST sarà sempre presente con il 2.3 EcoBoost che potrebbe essere portato a quasi 300 CV ed essere dotato anch’esso di sistema mild hybrid. Il listino prezzi sarà in linea con quello attuale o con leggeri ritocchi al rialzo. Presentazione indicativa in primavera 2022, con vendite entro la prossima estate.