Sono confermate le voci anticipate da Young Machine, Honda crea un minisito pubblica un videoteaser e conferma la presentazione il 21 agosto.

Mancava dai saloni dal 2017 e aveva lasciato il mercato delle 600 4 cilindri in mano a Yamaha e Kawasaki. Ora e ritornata anche lei. Pochi i dati disponibili presi dal sito giapponese dedicato e dai frame del video. Ecco il filmato ufficiale preso dal canale Youtube di Honda:

Facendoci aiutare da uno dei tanti traduttori on-line riportiamo i dati salienti della cartella stampa:

Il nuovo “CBR600RR” è il nuovo modello super sportivo con prestazioni complessive ottimizzate rispetto al passato. Un motore raffreddato ad acqua, 4 tempi, DOHC, 4 cilindri in linea da 599 cc e con la più recente tecnologia di controlli elettronici e pacchetti aerodinamici.”

Tutto vero? Purtroppo dal video e dalle due foto presenti sembra più una parziale evoluzione del vecchio modello che un nuovo progetto.

Dal filmato possiamo apprezzare la nuova dashboard TFT e si notano i riding mode, gestione di potenza trazione impennata e freno motore. Inoltre un contagiri che schizza fino ai 15.000 giri motore.  Le forcelle sembrano convenzionali e non semiattive così come manca anche l’accensione keyless della sorella maggiore.

Sempre dal video così come dalle due foto notiamo che la carenatura è un incrocio tra il vecchio modello, che ancora viene venduto in America, e la nuova CBR 1000. Le due linee si incontrano nel mezzo. La parte posteriore decisamente ispirata alla vecchia con il terminale alto nel codone e la parte anteriore invece di ispirazione Fireblade con un set di piccole ali aereodinamiche.

Come anticipato ci sembrano invariati rispetto al modello precedente telaio, forcellone e cerchi. Quindi chi si aspettava una rivoluzione ed una moto tutta nuova rimarrà deluso.

Sul sito leggiamo ancora queste parole. “È stato sviluppato come un modello di giuste dimensioni e di facile utilizzo nella vita di tutti i giorni e che faccia da modello base per le gare di produzione.

In questo aggiornamento il CBR 600 RR, le elevate e la maneggevolezza, che erano i tratti salienti del modello precedente, sono state ulteriormente perfezionate per migliorare le prestazioni in circuito e la facilità di gestione su strade pubbliche.”

“Stiamo perseguendo la “gioia di manipolare” rendendo entrambe le dimensioni compatibili”

A questo punto non sappiamo se arriverà nei saloni europei o è solo un aggiornamento per il mercato interno ed americano ma complimenti ad Honda per aver investito nel mondo sempre più in difficoltà delle Super sport.