Quarta generazione di Hyundai Santa Fe al Salone di Ginevra 2018, con una linea molto rinnovata e molto più premium ed elegante

Siamo alla quarta generazione della Santa Fe, coreano dalle grandi dimensioni, molto amato in America per le sue doti di abitabilità e di guida. Adesso si rinnova con un aspetto molto più PREMIUM e molto più elegante, sinceramente notiamo dei rifacimenti allo stile francese come già successo sulla Kona. Infatti ritroviamo molto del piccolo crossover come i gruppi ottici posizionati su due livelli, di cui una fila a LED, e la calandra col nuovo stile Cascading Grille. Tutto è impostato per dare un senso di lusso soprattutto nel design che vuole strizzare un occhio a vari tipi di clientela che non disdegnano lo stile elegante e innvoativo. La nuova generazione è più lunga di 7 centimetri ed aumenta lo spazio nel bagagliaio, con un volume di carico giunto a 625 litri, 40 in più, rispetto al modello precedente.

L’interno rimane con un impostazione semplice ma curata, con tutte quelle caratteristiche che dominano gli ultimi modelli presentati. Abbiamo un computer di bordo digitale e analogico allo stesso tempo, ma che nel complesso rende davvero bene, presente anche un infotainment disponibile da 7 o da 8 pollici. Troviamo ora la terza fila di sedili che però si possono ribaltare facilmente e quindi sfruttare solo in caso di necessità. La nuova Santa Fe offre un pacchetto completo dei più avanzati sistemi di sicurezza attiva e di guida assistita Hyundai SmartSense, rendendo accessibili a tutti le più innovative tecnologie. Con lei debutta il Rear Cross-Traffic Collision-Avoidance Assist, che potenzia il Rear Cross-Traffic Collision Warning con la frenata automatica: il sistema non solo avvisa il guidatore, ma applica la frenata in modalità automatica laddove necessario. Troviamo anche il Safety Exit Assist che previene possibili incidenti quando i veicoli sopraggiungono da dietro bloccando temporaneamente le porte, in modo che i passeggeri possano uscire dall’auto in modo sicuro.

Davvero rinnovato il sistema di trazione integrale a controllo elettronico ora battezzato Htrac, progettato per avere varie modalità di guida distribuendo la coppia alle ruote anteriori o posteriori a seconda di velocità e condizioni del terreno. Le motorizzazioni disponibili sono il 2.0 da 150 o 182 CV ed il 2.2 da 197 CV per quanto riguarda i diesel che verranno venduti molto in Italia, mentre per i benzina è disponibile il 2.4 litri da 185 CV. Quest’ultimo con cambio automatico ad 8 rapporti, così come il 2.0 più potente, mentre il diesel meno potente è offerto con il cambio manuale a 6 marce.