L’aspettavamo da tempo. Non ne potevamo più di attendere. Trailer e scoop non bastavano più. Ecco annunciata, finalmente, la data del debutto per la presentazione della Maserati Grecale 2022 il 16 novembre.


Dal nome di un vento prende forma la nuova vettura della casa del tridente che cerca, insieme alla sorella Levante, di diventare sempre più leader nel settore di SUV di lusso.


L’obiettivo preposto dalla casa per questa auto è quello di svolgere un ruolo chiave per il futuro del marchio, portandolo su un nuovo livello, più alto.

grecale


Il design vede, come nella Levante, linee imponenti che ne fanno capire “l’importanza” quando è su strada. Cofano lungo, grandi prese d’aria e una griglia aggressiva.


L’interno vedrà un abitacolo di lusso con infotaiment di ultima tecnologia insieme a materiali pregiati di sedili e cruscotto.

Motorizzazioni


Il suv sarà il primo del marchio proposto nelle versioni benzina, ibrida e completamente elettrica.


Le motorizzazioni proposte sono quella composta da propulsore da 2.0 litri a quattro cilindri, che secondo voci si dovrebbe aggirare su una potenza di 270 CV e, il più potente, a sei cilindri che potrebbe toccare i 500 CV. La tecnologia Mild–Hybrid ne fa da protagonista volendo, sempre più, eliminare il motore V8 di manifattura Ferrari.


Sulla più interessante versione Trofeo, la vettura di Modena, dovrebbe probabilmente montare il motore V6 Nettuno che è stato montato sulla MC20. Un motore che facilmente sfiorerà i 600 CV di potenza erogata. Un propulsore dall’alta tecnologia, come quella della precamera di scoppio, che porta il marchio su un nuovo livello produttivo.
Insieme a questa versione vedranno la luce due nuove versioni, quella GT e quella Modena. Più avanti l’elettrica Folgore.


Il mercato ormai è quasi saturo di queste vetture e è questo il motivo per il quale è sempre più difficile avere successo. I concorrenti sono spietati e ormai sono in gioco da molti anni. Porsche, Jaguar, BMW e Audi non si sono fatti indietro; infatti, le rivali della Grecale partono dalla Porsche Macan per passare dalla I-Pace e la X5 e arrivando alla Q5.

La Maserati non ha paura e sicuramente presenterà una vettura che sarà all’altezza se non superiore alle prime citate.