A 7 anni di distanza dalla sua precedente generazione ecco l’attesissima nuova Mercedes Classe C. Si tratta della quinta generazione della berlina premium tedesca, denominata con il codice interno W206. Il modello è infatti in commercio ininterrottamente dal 1993, anno in cui uscì la prima generazione in sostituzione della fortunata Mercedes 190. cambiano i rapporti dimensionali, ma il risoltato è sempre lo stesso.

La nuova Mercedes si dimostra una filante berlina di segmento D. La prima generazione era lunga solo 449 cm. Praticamente poco più della moderna Mercedes Classe A. Una crescita che è stata comune a tutto il mondo dell’automotive negli ultimi anni e che ha permesso di ricavare nuove nicchie di mercato con modelli come la CLA, più piccoli dela Classe C, che sono nati nel corso degli anni.

La quinta generazione della Mercedes Classe C è stata presentata nelle varianti di carrozzeria sedan a tre volumi e station wagon.

DIMENSIONI

La nuova Mercedes Classe C berlina è lunga 4.751 mm (+65 mm rispetto a prima). La versione wagon, mantiene la stessa lunghezza della sedan, solo che in questo la crescita è pari a 49 mm. Il passo è aumentato di 25 mm (287 cm totali). Sale a 490 litri per la wagon la capacità di carico del vano bagagli (455 litri la sedan).

Saranno disponibili cerchi con dimensioni da 17, 18 o 19 pollici. In coda la berlina introduce per la prima volta i gruppi ottici suddivisi tra parafango e portellone.

STRUMENTAZIONE DIGITALE

La strumentazione della nuova Mercedes Classe C è interamente digitale. L’area driver è dotata di uno schermo LCD ad alta risoluzione. È indipendente e sembra galleggiare davanti al guidatore. I clienti possono scegliere tra una versione da 10,25 pollici (26,0 centimetri) o una versione da 12,3 pollici (31,2 centimetri). Nella parte centrale del cruscotto abbiamo invece il nuovo schermo posizionato verticalmente. Il display centrale ha una diagonale dello schermo di 9,5 pollici (24,1 centimetri) di serie. Una versione più grande di 11,9 pollici o 30,2 centimetri è disponibile opzionalmente o di serie sugli allestimenti top di gamma.

Come la nuova Classe S, la nuova Classe C è dotata della seconda generazione del sistema di infotainment MBUX (Mercedes-Benz User Experience). Questo è dotato di intelligenza artificiale ed offre immagini più nitide. Prevista anche la realtà aumentata.

MOTORIZZAZIONI

La nuova Mercedes Classe C è offerta di serie con il cambio automatico 9G-Tronic ulteriormente migliorato. Questo è ora più leggero dal punto di vista meccanico, e veloce da quello pratico. Tutte le motorizzazioni sono dotate di elettrificazione. Previsti, almeno inizialmente, solo motori da 2.0 litri di cilindrata dotati di sistema EQ Boost 48 Volt da 15 kW dotato di sistema Isg di seconda generazione.

A benzina avremo la C 180 (180 CV e 250 Nm), la C 200 (204 CV e 300 Nm anche 4Matic) e la C 300 (258 CV e 400 Nm anche 4Matic). A gasolio ecco la C 200 d (163 CV e 380 Nm), la C 220 d (200 CV e 440 Nm anche 4Matic) e la C 300 d (265 CV e 550 Nm).

In un secondo momento la gamma della nuova Mercedes Classe C sarà dotata di unità ibrida plug-in, denominata C 300 e. Al motore benzina 2.0 turbo da 204 CV e 300 Nm viene abbinato un propulsore elettrico da 129 CV e 440 Nm integrato nel cambio. La potenza totale combinata di sistema tocca i 313 CV e 550 Nm. Le batterie da 25,4 kWh divise in 96 celle con raffreddamento dedicato consentono di raggiungere circa 100 km di autonomia in modalità a zero emissioni (con velocità limitata a 140 km/h).

Gli ordini della nuova Mercedes Classe C partiranno dal prossimo 30 marzo. Prime consegne previste in estate. Il prezzo d’attacco dovrebbe essere attorno ai 40 mila euro.