La Mercedes GLB è il nuovo suv lanciato nel 2019 dalla Casa di Stoccarda per occupare il “buco” di mercato lasciato vuoto dall’uscita di produzione della GLK, nel 2015. L’auto si pone quindi a metà strada tra la GLA e la GLC, vantando dalla sua forme piuttosto squadrate, che ne aumentano spazio ed abitabilità interna. La piattaforma della Mercedes GLB è la MFA, la stessa utilizzata per la Classe A, la Classe B, la CLA e la GLA. Questa è stata appositamente allungata per ottenere un passo maggiore. Motori.news ha provato la versione 200d a gasolio, in allestimento Premium, dotata di cambio automatico e di trazione integrale 4Matic. Ecco come è andata.

LINEA E DIMENSIONI

La linea della nuova Mercedes GLB è piuttosto squadrata ed imponente. Sia il muso, con enorme griglia centrale, che il posteriore, hanno un profilo quasi perpendicolare con il terreno. Anteriormente questo tipo di design risquote ultimamente piuttosto successo nei suv (vedi Jeep Renegade, o nuova Land Rover Defender). Nella zona del montante e del lunotto posteriori questa scelta ha permesso all’auto di recuperare spazio. In configurazione a 5 posti la Mercedes GLB vanta infatti una capacità di carico pari a 570 litri. Altrimenti l’auto può ospitare la terza fila di sedili ed ospitare sino a 7 persone. Scende in questo caso la capacità del vano bagagli: 500 litri con ultima fila reclinata e 150 con ultima fila utilizzata. La lunghezza di questo suv è di 463 cm, con una larghezza di 183 cm ed un passo generoso di 283 cm. Ottima dunque l’abitabilità per 5 passeggeri. La massa dell’auto in ordine di marcia supera di poco i 1.700 kg. Sono 60 i litri di capacità del serbatoio. L’aspetto della Mercedes GLB, votato al fuoristrada, viene maggiormente sottolineato nella versione 4Matic a trazione integrale. L’auto vanta caratteristiche che la rendono a suo agio sullo sterrato e sui percorsi impervi, anche cercando di “esagerare” un po’. L’angolo d’attacco è di 18°, quello di uscita 18.3°, mentre quello di dosso è di 13,9°. Questo suv può superare pendenze longitudinali sino al 70 % e laterali sino a 32 gradi.

PRESTAZIONI E CONSUMI

La Mercedes GLB 200d monta il motore da 2.0 litri con 150 CV e 320 Nm di coppia massima, disponibie già a 1.400 giri/min. L’auto risponde bene soprattutto ai bassi regimi, sfruttando al meglio l’ottimo cambio automatico ad 8 rapporti, abbinato alla trazione integrale 4Matic. Lo scatto da 0 a 100 avviene in 9,3 secondi. Discreto anche lo spunto in ripresa. L’auto, vista la massa piuttosto elevata e l’aggravio di peso della trazione integrale, si spegne un po’ nell’allungo ed alle alte velocità. La velocità massima è infatti di 201 km/h, non elevatissima considerando che stiamo parlando di un suv di medie dimensioni di fascia premium. Per chi cerca più brio meglio optare per il diesel (lo stesso 2.0 litri) da 190 CV o per i benzina da 163 o da 224 CV. Molto buone la tenuta di strada e la frenata, caratterizzata da un impianto resistente e ben modulabile. Parlando di consumi l’auto ci è parsa nella norma. Certo non parca vista la massa e le 4 ruote motrici, ma i 14-15 km/litro si mantengono abbastanza facilmente. Selezionando la modalità Eco dal Dynamic Select (una delle quattro possibili scelte tra Eco, Comfort, Sport, Individual) anche in città la GLB si comporta bene. Con la modalità Sport la Mercedes GLB acquista più brio, ma ne risentono i consumi.

COMFORT ED OPTIONAL

L’abitacolo della Mercedes GLB è ottimamente rifinito ed insonorizzato. Non si ha la minima percezione di vibrazioni da parte del motore a gasolio. Ottima anche la visibilità, sia anteriore che posteriore, merito del lunotto molto verticale dietro. Certo il prezzo di quest’auto non è per tutti. Sono quasi 48 mila gli euro da spendere per la versione Premium a 4 ruote motrici. Cifra alta tenendo anche conto che i cavalli disponibili sono 150. Di serie l’auto offre cerchi da 19 pollici e fari full LED. Per la sicurezza ci sono la frenata automatica di emergenza, il monitoraggio dell’angolo cieco, il cruise control adattivo con funzione di stop & go ed il riconoscimento segnaletica stradale. Radio DAB e piattaforma MBUX con intelligeza artificiale sono sempre dati senza spendere ulteriormente, così come la telecamera posteriore. Con un esborso di altri 7.800 € la Mercedes GLB diventa praticamente un’ammiraglia grazie al pacchetto di assistenza alla guida ed al pacchetto Luxury che comprende tra l’altro i fari Multibeam LED, il tetto panoramico, la strumentazione digitale più tecnologica e l’impianto audio da 225 W.

CONCLUSIONI

Bella da vedere, maestosa ed imponente, la Mercedes GLB coglie nel pieno la moda dei suv del momento. Ottimamente rifinita e molto spaziosa, è un’auto adatta alle famiglie e destinata anche all’off-road. Bisogna stare attenti a non farsi prendere troppo la mano con gli optional, dato il prezzo già elevato di base.

PREGI

Ottima abitabilità

Aspetto alla moda e buon comportamento in off-road

DIFETTI

Motore un po’ fiacco

Prezzo elevato