Opel Ampera-e supera finalmente il limite principale dei veicoli elettrici, ovvero l’ansia legata a un’autonomia ridotta. Può infatti tranquillamente superare la barriera dei 400 chilometri, con un margine generoso, senza bisogno di ricarica.

La BMW i3 può garantire una percorrenza di 300 chilometri sul NEDC (Nuovo Ciclo di Guida Europeo), la Nissan Leaf arriva a 250 chilometri, la Renault Zoe a 240 chilometri e la VW e-Golf a 190. Naturalmente, l’autonomia nell’uso quotidiano della vettura si discosta dai valori NEDC (Nuovo Ciclo di Guida Europeo, standard attualmente utilizzato con confrontare l’autonomia di percorrenza fra i veicoli).

Nuova Opel Ampera-e ha una lunghezza di 4,17 metri e può ospitare fino a 5 passeggeri e offre una capacità del bagagliaio pari a 381 litri, quindi decisamente superiore alla media delle auto di lunghezza complessiva simile. Questa eccellente spaziosità è resa possibile dall’integrazione intelligente dei dieci moduli della batteria. Il pacco batteria è interamente collocato nella parte inferiore del telaio e ha una forma che segue il profilo del veicolo. Ciò significa che non vi è alcuno spreco di spazio. La batteria è formata da 288 celle agli ioni di litio con capacità pari a 60 kWh.

Opel Ampera-e

Ampera-e accelera da 0 a 50 km/h in soli 3,2 secondi. La velocità è limitata elettronicamente a 150 km/h a vantaggio dell’autonomia di percorrenza complessiva. La potenza del motore elettrico è di 150 kW/204 CV con una coppia massima di 360 Nm. Durante le fasi di rilascio Ampera-e recupera automaticamente energia dal motore elettrico che funge anche da generatore.