Arriverà entro l’estate o al massimo durante il prossimo autunno il restyling della Skoda Kodiaq. Il grande suv della Casa ceca debutterà una volta lanciate produzione e vendite a pieno regime della nuova Octavia. Dopo tre anni e mezzo di carriera la vettura sarà rivista sia esteticamente che dal punto di vista tecnologico.

L’immagine utilizzata in copertina è stata presa dal video pubblicato dal sito tedesco di informazione motoristica Auto Bild. Ecco di seguito il link al filmato riportato per correttezza:

https://www.autobild.de/artikel/skoda-kodiaq-facelift-2020-aenderungen-marktstart-preis-infotainment-plug-in-hybrid-16812293.html

L’estetica del grande suv Skoda Kodiaq verrà resa più moderna, senza particolari stravolgimenti. Cambierà la mascherina frontale, più grande ed ispirata agli ultimi modelli del brand ceco. Molto probabile l’adozione di inserti cromati sulle sue losanghe verticali. Piccole modifiche le avremo anche alla presa d’aria posizionata più in basso. Il cambiamento più evidente riguarderà i gruppi ottici. Questi adotteranno la tecnologia Full LED sia davanti che dietro. Saranno disponibili anche le luci Matrix LED opzionali o di serie nelle versioni top di gamma.

Il suv non cambierà in termini dimensionali, rimanendo lungo 470 cm. La nuova Skoda Kodiaq 2020 beneficerà di vistosi cambiamenti negli interni. Arriverà la strumentazione digitale probabilmente di serie su tutte e versioni unita ad un nuovo sistema di infotainment. Questo sarà probabilmente lo stesso adottato sulla nuova Skoda Superb, con comandi vocali e riconoscimento dei gesti. Inoltre avremo lettore DVD, scheda SIM e disco rigido integrato con la possibilità di scaricare App dal negozio online di Skoda e di personalizzare le schermate.

Il nuovo schermo touch arriverà a 9,2 pollici nelle versioni top di gamma. Migliorerà anche la sicurezza con nuovi ADAS. La Skoda Kodiaq potrebbe inoltre essere equipaggiata con sistemi di ausilio alla guida di secondo livello. Ecco cosa cambierà dal punto di vista dei propulsori.

Potrebbe debuttare (notizia ancora da confermare) la tecnologia micro ibrida a 48 V sul 1.5 TSI ACT a benzina. Quasi certa, invece, l’introduzione della versione ibrida plug-in. La Skoda Kodiaq 1.4 TSI Hybrid avrà una potenza combinata di 218 CV data da un 1.4 a benzina unito ad un propulsore elettrico. La batteria da 13 kWh garantirà oltre 50 km di autonomia a zero emissioni. Confermata la versione RS coon il 2.0 TDI da 240 CV, verranno rese più efficienti e meno inquinanti le altre varianti del 2.0 TDI da 150 e 190 CV. Difficile che possa arrivare una motorizzazione a benzina da circa 200 CV, ma attendiamo notizie più certe.

Il debutto dell’auto potrebbe avvenire entro il prossimo salone di Parigi. Il prezzo d’attacco dovebbe crescere leggermente partendo da circa 30.000 €.