Arriva il tempo de restyling per la Toyota C-HR, il suv coupè della Casa giapponese, molto in voga nel nostro paese. Il facelift è già stato introdotto in catena di montaggio. L’auto sarà disponibile a partire da inizio 2020. Cambiano il design esterno ed i contenuti tecnologici dell’auto.

La nuova Toyota C-HR amplierà anche la gamma motorizzazioni proponendo il potente 2.0L ibrido con 184 CV, già lanciato sulla Toyota Corolla. I prezzi della nuova Toyota C-HR saranno compresi tra i 29 ed i 35 mila euro della 1.8 ibrida da 122 CV. Si andrà invece tra i 33.500 ed i quasi 40 mila euro per la potente versione da 184 CV, in base all’allestimento scelto.

Emissioni da primato di CO2 a partire da 86 g/km per il powertrain 1.8L e 92 g/km per il sistema Hybrid Dynamic Force 2.0. La nuova Toyota C-HR sarà equipaggiata inoltre con un nuovo sistema multimediale con Apple Carplay™ e Android Auto™. Aggiornamenti anche per quanto riguarda il sistema di navigazione satellitare.   La versione più potente della Toyota C-HR dovrebbe bruciare lo 0-100 in circa 8,2 secondi, contro gli 11 della versione da 122 CV.

Le linee rimangono quelle di un suv coupé. L’anteriore e il posteriore sono stati oggetto di un leggero restyling, mentre l’adozione di una modanatura inferiore in tinta carrozzeria rafforza il dinamismo della vista anteriore e le conferisce maggiore imponenza e presenza su strada. I gruppi ottici anteriori e posteriori sono a LED, con luci di marcia diurna (DRL) e indicatori di direzione integrati. Al posteriore, i fari sono collegati tra loro da un nuovo spoiler ‘Glossy Black’.

La doppia motorizzazione ibrida rafforza ancor più la leadership di Toyota nel settore.

Emissioni di CO2  della nuova Toyota C-HR:

  NEDC Corr.WLTP
1.8L Hybrid, 122 CVDa 86 g/kmDa 106 g/km
2.0L Hybrid, 184 CVDa 92 g/kmDa 118 g/km