Il futuro di Lancia non è ancora chiaro per tutti. Forse solamente ai piani alti di FCA sanno cosa fare dello storico marchio torinese. Le ultime notizie che abbiamo, però, sembrano dare uno spiraglio di luce per il futuro a Lancia. Entro dicembre, infatti, dovrebbe essere messo nero su bianco il protocollo d’intesa tra FCA e PSA. In questo documento ci saranno le novità riguardanti il futuro dei vari marchi.

Lancia sta vivendo di rendita grazie alla sua Ypsilon che nel 2019 sta battendo ogni record di vendita. Ad inizio del 2020 arriveranno novità nella gamma della vettura con l’introduzione del piccolo motore 1.0 Firefly aspirato da 72 CV e 102 Nm di coppia, anche in versione micro ibrida (sostituirà il datato 1.2 Fire).

La vera rinascita di Lancia, però, sembra spostata più in avanti. Grazie all’intesa con PSA nascerà a fine 2021 un B-suv Alfa Romeo. L’auto potrebbe chiamarsi Brennero. Proprio da questa vettura, realizzata sulla piattaforma CMP di PSA, potrebbe nascere il nuovo piccolo suv di Lancia. Non sappiamo ancora il nome dell’auto, ma potrebbe essere chiamata Lancia Musa.

In copertina abbiamo utilizzato un’immagine presa dal video pubblicato sul canale Youtube di damor 85. Riportiamo di seguito il link per correttezza (non si tratta di una foto ufficiale del nuovo modello):

Il nuovo piccolo suv lancia sarà una vettura di categoria medio/alta, ma non sportiva. Le motorizzazioni con più cavalli saranno prerogativa di Alfa Romeo. L’auto sarà dotata di finiture di pregio, sarà altamente personalizzabile. Insomma, dovrebbero essere rispettate le parole pronunciate pochi giorni fa da Tavares, futuro AD del Gruppo FCA-PSA.

Egli ha riferito l’importanza di tutti i marchi presenti nel maxi gruppo automobilistico che nascerà, con un occhio di riguardo a quella che è ed è stata la tradizione. Lancia dunque potrebbe diventare l’emblema del made in Italy, della vettura ricercata, con soluzioni all’avanguardia. Il salottino buono degli italiani e non solo.

Il nuovo suv lancia avrà una lunghezza attorno ai 420 cm con un bagagliaio di oltre 400 litri. L’auto sarà disponibile anche in versione elettrica con circa 150 Cv e 400 km di autonomia grazie a batterie da almeno 55 kWh. saranno presenti in gamma anche varianti a benzina equipaggiate probabilmente con i propulsori PureTech fino a 130-150 CV. Addio al gasolio.

Il b-suv di lancia sarà offerto solo con trazione anteriore e cambi manuali ed automatici. Nuovo sistema di infotainment con schermo da almeno 8 pollici di serie, vastissima scelta di colori, cerchi in lega, finiture interne e tessuti peri sedili. Il prezzo di partenza del nuovo suv Lancia, se confermato, sarà intorno ai 20.000 €. Possibile presentazione tra la fine del 2021 e l’inizio del 2022. Sempre a dicembre sapremo se la Casa Torinese resterà relegata all’Italia o se con l’arrivo della nuova Ypsilon e del suv nel 2022 torneranno ad aprirsi le frontiere con vendite anche all’estero (solo Europa occidentale).