Paraurti pieno di moscerini, solo così li fai fuori per sempre: te ne liberi all’istante

In un anno, la tua auto potrebbe riempirsi di una quantità indefinita di moscerini spiaccicati sul paraurti, sul cofano e sul parabrezza. Specie nei lunghi viaggi in autostrada, il veicolo è una vera calamita di insetti. Bisogna assolutamente rimuoverli e farlo in fretta.

Moscerini spiaccicati sul paraurti
Moscerini spiaccicati sul paraurti – Motori.News

Se pochi moscerini non sono un problema, quando il numero di insetti travolti è consistente potrebbe danneggiare la verniciatura della tua auto. Evitare di procedere con le dovute operazioni di pulizia potrebbe costarti più caro di quanto pensi.

Ti diamo consigli utili su come procedere.

Moscerini spiaccicati sul paraurti: toglili prima che sia troppo tardi

Di regola, per non compromettere la verniciatura del veicolo, occorre rimuovere i moscerini spiaccicati non oltre 2 giorni dall’impatto sull’auto. Se si seccano oltre le 48 ore, aloni e sporcizia si attaccano sulla carrozzeria in maniera irreversibile, quindi raccomandiamo di lavare al più presto la macchina dopo un lungo viaggio.

Esistono in commercio prodotti specifici per rimuovere gli insetti morti sulla vernice dell’auto, reperibili presso i negozi di ricambi auto o le stazioni di servizio. Se, invece, preferisci una soluzione fai da te, dovrai seguire con cura i metodi consigliati. Ad esempio, per pulire il parabrezza, basterà usare un panno inumidito con acqua e sapone per piatti.

Metodi fai da te per rimuovere i moscerini morti sull’auto

Chiariamo subito che insetti e moscerini spiaccicati sulla carrozzeria si rimuovono perfettamente soltanto con prodotti specifici, studiati appositamente per salvaguardare la consistenza della vernice. Si trovano in commercio e non puoi prepararli con il fai da te: vanno scelti in base al modello dell’auto.

moscerini paraurti
Moscerini spiaccicati sul paraurti – Motori.News

Parabrezza e vetri sono le parti più critiche dove si accumulano insetti, moscerini, sporcizia e detriti. Soprattutto per i vetri anteriori, non è solo una questione di igiene ed estetica ma di sicurezza perché sporcizia e moscerini riducono la visibilità. Chi si illude di pulire il parabrezza con il tergicristallo peggiora la situazione andando ad offuscare ancora di più la visuale.

Per il vetro del parabrezza particolarmente sporco bisogna usare un foglio di cartoncino o un raschietto di plastica. Per detergere, prepara una soluzione di acqua calda e sapone da cucina dentro una bacinella da versare poi in uno spruzzino. La soluzione spruzzata sul parabrezza va tenuta in posa tra i 5 e i 10 minuti. Raccomandiamo di procedere in una zona ombreggiata: il sole potrebbe causare macchie. Dopo aver lasciato agire per 10 minuti al massimo, passa un po’ d’acqua e usa il foglio di cartoncino per rimuovere le incrostazioni più difficili. Risciacqua con acqua corrente. Fatto.