Patente A, basta esami da oggi cambia la procedura: ecco la novità che tutti aspettavano

La patente A è quel tipo di certificato che permette di guidare tutti i tipi di moto senza alcun vincolo relativo a potenza e cilindrata. Quando si può ottenerla? Che procedura per ottenerla potrebbe presto mutare?

Patente A
Patente A – Motori.News

Siete in possesso di una moto di grande cilindrata, ma non avete ancora la possibilità di guidarla? Presto le cose potrebbero cambiare, in modo da agevolare la procedura per l’ottenimento della patente A. Questo tipo di patente – giova ricordarlo ai non addetti ai lavori – consente di poter guidare qualsiasi motociclo, a prescindere dalla cilindrata e dalla potenza! Che novità ci sono riguardo la procedura per l’ottenimento della patente A?

Facciamo prima una premessa e vediamo quanti tipi di patenti ci sono per la guida dei motocicli e degli scooter. Le varie patenti per la guida dei motocicli si articolano in patente AM, patente A1, patente A2 e, infine patente A. 

La patente AM è il primo livello di licenza. Con essa, dai 14 anni in poi, è consentito guidare motorini e scooter di cilindrata inferiore a 50 cm³. Per l’ottenimento di questo ‘permesso’, il ragazzo ha l’obbligo di superare sia i quiz teorici sia l’esame pratico su strada! La A1, invece, fa in modo che l’utente possa guidare motocicli fino a 125 cc di cilindrata e con potenza massima di 11 kW. Essa può essere presa a 16 anni e sono necessari gli stessi esami precedenti per l’ottenimento! Che altri tipi di patenti sono disponibili? Come potrà essere snellita la procedura per ottenere la patente A?

Patente A
Patente A – Motori.News

Ottenimento della patente A, cambia la procedura per ottenerla!

La A2 è il terzo livello di licenza per la guida delle moto. Essa è ottenibile dai 18 anni in poi e permette di guidare moto di ogni cilindrata, con il solo obbligo che essi non oltrepassino i 35 kW di potenza.

Ma veniamo ora all’oggetto principale del nostro articolo, vale a dire la patente A. Essa – come già anticipato in precedenza – consente di guidare ogni moto, senza alcun limite di potenza e cilindrata. Essa potrà essere ottenuta dai 20 anni in poi. Un altro obbligo è che per ottenerla dovranno passare altri due anni di possesso della patente A2!

Al vaglio del Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili – Enrico Giovannini – c’è una nuova ipotesi che potrebbe drasticamente semplificare la procedura per l’ottenimento della patente A. In pratica, si potrebbero ridurre le modalità di ottenimento della patente senza dover sostenere ogni volta un nuovo esame di guida. Per avere la patente sperata, quindi, sarà necessario solo il riconoscimento biometrico e un tempo di formazione necessaria presso l’autoscuola di fiducia!

Patente A
Cambia la procedura per l’ottenimento della patente A – Motori.News

Questo aspetto non vale solo per il passaggio dalla patente A2 al grado finale A, ma anche per tutti i vari passaggi intermedi! Questa nuova procedura potrebbe far risparmiare soldi e tempo a moltissime persone! Vedremo nei prossimi mesi se questa ipotesi dovesse essere realmente confermata. Tutto lascia presagire, però, che la procedura possa finalmente essere snellita!