Perché il turbocompressore scoppia, ecco i 5 motivi che ti faranno evitare la sua rottura

Il turbocompressore, è un pezzo molto importante per le auto. Bisogna tenerlo sempre sotto controllo per prevenirne la rottura. Mai nascondersi dietro la sfiga, essere attenti e cauti è la chiave di ogni cosa. 

turbocompressore
turbocompressore- Motori.News

Oggi acquistare una macchina o i pezzi di ricambio ha un costo non indifferente.

Per questo motivo si consiglia di prendersene cura. Questo fa la differenza. Un’auto può durare per anni e anni, totalizzare 300.000, 400.000 chilometri, tutto sta a quanto questa viene seguita e curata o trascurata.

Danni al turbocompressore, come evitarli e garantire lunga vita

Per cercare di garantire lunga vita al turbocompressore bisogna tenere sotto controllo alcune piccole cose, che in realtà tanto piccole non sono. Per esempio il livello dell’olio del motore, deve rimanere costantemente tra il massimo e il minino. In particolare chi ha un’auto con fap e percorre brevi tragitti deve fare attenzione che il massimo non venga mai oltrepassato.

Se dovesse essere superiore allora potrebbe esserci del gasolio incombusto che ne innalza il livello. Può succedere che la lubrificazione non sia quella che dovrebbe essere perché l’olio è diluito dal carburante.

Poi serve fare il tagliando nelle giuste tempistiche. L’intervallo di manutenzione, deve essere rispettato. Ogni tot km percorsi è importante persino controllare l’intasamento del filtro antiparticolato, con un tester di diagnosi. Chi è particolarmente soggetto al problema, è chi non usa molto il mezzo per spostarsi. Meno si usa la macchina più si è a rischio in questo caso.

Infine, se nell’auto è presente una quantità eccessiva di olio, si rischia di andare in sovraccarico, la quantità di olio corretta è indicata dalla casa madre.

Termocompressore -Motori.news

Perché richiedere controlli al turbocompressore

Tutte queste sono le cause di eventuali problemi al turbocompressore. I problemi possono essere di poco conto oppure importanti e gravi, tanto da richiedere una spesa non indifferente per rimediare.

Per questo motivo, per evitare di trovarsi in situazioni spiacevoli, si consiglia di rivolgersi periodicamente ad un esperto e chiedere un controllo a 360° del mezzo, soprattutto se ci si sposta spesso in auto per viaggi di lavoro o per divertimento. A causa del turbocompressore rotto si corre il rischio di dover spendere una cifra davvero molto elevata.

Spesso le cause di piccoli problemi al turbocompressore sono evidenti. Potrebbe essere utile sapere che in genere la sostituzione del pezzo va fatta entro 170.000 km, che si mettono insieme in base all’uso che si fa del veicolo. Poi ovviamente se si fa regolare manutenzione, i tempi possono anche essere prolungati e di conseguenza si possono percorrere molti più km in tranquillità.