Prove di futuro? KTM premia il suo piccolo fenomeno con la MotoGP

KTM si coccola Pedro Acosta. Per il talento spagnolo qualche giro in sella alla MotoGP, con un occhio al futuro. 

ktm-pedro-acosta-premio-motogp
KTM premia il suo talento – MotoriNews

L’anno scorso il Motomondiale è stato scosso dall’arrivo di un giovanissimo talento. C’è mancato poco che Pedro Acosta non scrivesse la storia a livello di precocità, ma il titolo al debutto in Moto3 era qualcosa che non si vedeva da molto tempo. Il passaggio in Moto2 è stato inizialmente un po’ complesso, poi lo spagnolo s’è scatenato. KTM sta tenendo d’occhio il piccolo pilota e ha deciso di premiarlo. In questi giorni, tempo permettendo, c’è per lui la RC16, ovvero la MotoGP. Un ‘regalo’ con chiare intenzioni future…

Prime prove a Jerez

Chiusa la stagione da miglior esordiente Moto2, Pedro Acosta affronterà una sfida differente. In questi giorni infatti il tracciato di Jerez vedrà in azione svariati team delle due classi minori per alcuni test in ottica 2023. Per la MotoGP c’è il collaudatore Dani Pedrosa, l’unico quindi che KTM può mandare in pista in questo periodo dell’anno. Ma appunto, nel box occupato dal test team c’è un ospite di riguardo. Il giovane “Squalo di Mazarron”, com’è stato soprannominato, sarà in primis attento osservatore, poi salirà in sella alla RC16 per la prima volta. Solo qualche giro di prova, ma è già un bel premio per Acosta, che s’è già candidato come pilota da osservare per il Mondiale 2023 dopo la seconda parte di stagione in netta crescita. Pretendere il ‘miracolo‘ visto in Moto3 era troppo, ma per la prossima stagione non ci sono particolari dubbi.

Il no a KTM: “Non ero pronto”

Insomma, la casa di Mattinghofen sta cercando di tenersi ben stretto il giovane talento spagnolo. Un pilota che sta crescendo da tempo, che ha visto vincere prima in Rookies Cup e poi in Moto3, mentre ora è in Moto2. Sempre con il nome di KTM ben stampato su moto, tute, divise. Non è un segreto poi che c’era l’idea di portarlo già in MotoGP, prima che lo stesso Acosta facesse sentire la sua voce. Come accaduto col vice-campione in carica Ai Ogura, anche lo spagnolo ha risposto con un netto no. “Me l’hanno chiesto ad inizio anno, dopo quattro zeri consecutivi. Non ero pronto ha confermato a ‘Diari de Tarragona’. Ogni cosa a suo tempo. “Voglio lottare per il titolo, o almeno fare una stagione tale da sentirmi preparato. Non ho intenzione di passare in MotoGP a qualsiasi costo.” Con chi? La risposta è ovvia. KTM ha creduto in me e mi ha permesso di arrivare nel Mondiale.” Programma rimandato, prima bisogna vincere.