Qualifiche GP Imola: Verstappen è in pole tra incidenti e polemiche

Si chiude così il venerdì di qualifiche, Max Verstappen realizza la sua quattordicesima pole position in carriera, alle sue spalle la Rossa di Leclerc, terzo a sorpresa Lando Norris ma la protagonista del pomeriggio è la pioggia.

Q1: Albon non fa tempo ed è brivido Mercedes

Le qualifiche partono evidenziando tutti i problemi di Mercedes. Le prove libere avevano registrato pessimi risultati per la scuderia tedesca con un Russel solo decimo mentre, il sette volte campione del mondo Hamilton addirittura diciottesimo. Le qualifiche iniziano con Albon costretto allo stop dopo appena sei minuti, la ruota posteriore destra prende fuoco ma il pilota decide di continuare fino ai box seminando pezzi di ruota sulla pista finché non scoppia il cestello. Dopo 12 minuti ripartono le qualfiche ed inizia l’incubo Mercedes che si vede costantemente fuori dai giochi riuscendo però a strappare la Q2 all’ultimo giro. Russell è dodicesimo, mentre Hamilton realizza un pessimo quindicesimo posto ad appena quattro millesimi sull’eliminato Tsunoda. In testa ci sono le due Ferrari intervallate da Verstappen secondo; Leclerc gira in 1:18.796 staccando di 5 decimi sia Verstappen che Sainz.

Q2: Mercedes è fuori mentre la pioggia continua a mietere vittime

La Q2 inizia con una bruttissima notizia per Ferrari, dopo l’incidente di Melbourne continua il momento no per Sainz. Sono passati appena quattro minuti e mezzo quando il madrileno  esce dalla curva della Variante alta con la gomma anteriore destra bagnata, entra in Rivazza e perde il controllo della vettura che va a schiantarsi contro il muro. Un vero peccato per il ferrarista che fino a quel momento era stato in grado di piazzare il secondo miglior tempo ma è costretto a finire decimo in classifica. Dopo dieci minuti riprende la sessione ed inizia l’incubo Mercedes: Russell fa un tempo migliore del suo compagno ma non basta per passare alla sessione successiva, è 11esimo mentre Hamilton è addirittura 13esimo. La classifica finale della sessione vede Verstappen in testa seguito da Norris e Perez mentre Leclerc si piazza addirittura quarto.

Q3: Verstappen si prende la Pole ma è polemica

Sono ben tre le bandiere rosse che interrompono la terza sessione di qualifiche. La prima arriva dopo sei minuti e vede coinvolto Magnussen che perde il controllo della Haas alle Acque Minerali ma riesce a frenare prima che sia troppo tardi, la vettura si poggia sul muro senza subire danni, tanto da poter riprendere la propria qualifica. La seconda bandiera rossa è destinata a creare polemica: a tre minuti dalla fine Valteri Bottas è costretto a fermarsi a bordopista nel terzo settore ma la bandiera rossa non viene chiamata repentinamente il che permette a Verstappen di realizzare il tempo che gli regalerà la pole position d’avanti a Leclerc secondo con rammarico. La terza red flag, infine, vede coinvolta la McLaren del britannico Lando Norris che esce dalla pista a 38 secondi dalla fine e fa finire così il pomeriggio di qualifiche in anticipo.

Le qualifiche di oggi hanno stabilito la griglia di partenza dello sprint che avverrà domani per la prima volta in stagione.