Regola dei 30 secondi, mai partire se non rispetti questo parametro: butti la macchina

Conosci la regola dei 30 secondi? Vale soprattutto per le partenze a freddo: ecco come dovresti usare la macchina subito dopo l’accensione

Regola dei 30 secondi
Regola dei 30 secondi – Motori.News

Specialmente nella stagione invernale ci si fa sempre la stessa domanda: l’auto appena accesa può essere sottoposta ad un’accelerazione brutale? I produttori di macchine moderne ci assicurano che i sistemi di combustione di oggi non hanno più quel problema che si aveva una volta e, almeno in linea teorica, si potrebbe subito spingere senza aspettare che il motore si scaldi per bene.

Un’affermazione che in realtà sembra essere spinta più da motivi di marketing che altro e per ribadire la superiorità delle proprie motorizzazioni rispetto a quelle concorrenti.

Avere una certa dose di prudenza quando si accende la macchina dopo un lungo periodo di attività, magari al mattino, è comunque consigliabile per evitare che, a lungo termine, si verifichi una maggiore usura se non addirittura un guasto al motore. Adesso scopriremo perché.

Perché rispettare la regola dei 30 secondi quando si accende la macchina

Sebbene un rischio del genere possa sembrare concreto solo in inverno, in realtà anche in estate bisognerebbe avere un po’ di prudenza. La cosa migliore per salvaguardare la salute del motore anche sul lunghissimo termine è non dare subito tutto gas, ma di partire con una velocità regolare e costante.

Accensione auto
Accensione auto – Motori.news

Parlando di numeri più precisi nel caso di un motore diesel la cosa migliore è restare sotto i 1800 giri prima di cambiare marcia, mentre per la benzina si può salire fino a 2000, ma senza esagerare.

Sconsigliata è invece la pratica di mantenere l’auto ferma per darle il tempo per scaldarsi: prima di tutto si tratterebbe di un’azione dannosa per l’ambiente, in secondo luogo non darebbe il tempo e modo a tutte le componenti di riscaldarsi per bene, specie quelle che hanno bisogno della marcia per attivarsi in maniera efficace.

La regola dei 30 secondi non è quindi relativa a quanto tempo aspettare prima di mettersi in movimento con la macchina, ma il lasso di tempo minimo in cui mantenere un’andatura costante e non troppo aggressiva.

Del resto, se possiedi un’auto di ultima generazione con sistema Start&Stop avrai notato come quest’ultimo si disattivi automaticamente quando tutte le componenti del motore non hanno raggiunto la temperatura ideale.

Il motore di un'auto in azione
Il motore di un’auto in azione – Motori.news

Questo succede quando si accende la macchina dopo un un lungo periodo di inattività, come la notte, e ci sono condizioni climatiche che suggeriscono ai sensori della vettura di disattivare momentaneamente la funzione.

Insomma, con le auto moderne è la tecnologia a venirci in soccorso e farci capire quando effettivamente possiamo iniziare a spingere. Con le macchine un po’ più vecchie, invece, la cosa migliore è usare il buon senso e l’esperienza per comprende il momento in cui l’auto è pronta a sopportare qualche “strappo” in più.