La Renault Twingo è la piccola utilitaria nata nel 1993 e nota a tutti nella sua prima versione come la più piccola monovolume in commercio. Da allora l’auto si è notevolmente evoluta giungendo alla terza generazione, nata nel 2014 insieme alla Smart Forfour. La Renault Twingo odierna è una moderna vettura di segmento A, un po’ fuori dagli schemi per la sua trazione posteriore, cosa strana tra le citycar. Motori.news ha provato la versione da 900 centimetri cubici dotata di cambio automatico EDC in allestimento Intens.

Ecco come è andata:

LINEA E DIMENSIONI

La piccola Renault Twingo di terza generazione vanta linee morbide, tondeggianti ed aggraziate. L’aspetto è quello di una piccola vettura dall’aria sbarazzina, che, però, nasconde un propulsore che è tutt’altro che pigro. La lunghezza dell’auto è di 3,61 metri, con una larghezza di 165 cm ed un passo di 2,49 metri. L’auto è omologata per sole quattro persone, lo spazio a bordo per queste non è troppo abbondante. Anche la capacità del vano bagagli non eccelle. Con 174 litri, a divano posteriore in posizione, bisogna fare attenzione pure quando si fa la spesa. La Renault Twingo ha una massa di 1.074 kg in ordine di marcia con un serbatoio che può contenere fino a 35 litri di benzina. Il particolare che rende davvero comoda, pratica ed agile in città quest’auto è il diametro di sterzata. La Renault Twingo riesce a fare un’inversione ad “U” in soli 8,6 metri, un primato per la categoria. L’auto può quindi quasi girare su sé stessa dimostrandosi la vettura da sogno quando si tratta di parcheggiare o fare manovra. Parlando di dimensioni è saltata all’occhio la differenza tra gli pneumatici anteriori e quelli posteriori. Cosa comune nelle supercar a trazione posteriore, ma un po’ stana ed alquanto scomoda nelle citycar come la Twingo. L’auto adotta gomme di serie da 165/65 R15 81H all’anteriore e da 185/60 R15 84H al posteriore. In caso di sostituzione degli pneumatici bisognerà fare un doppio ordine online o recarsi appositamente dal gommista di fiducia.

PRESTAZIONI E CONSUMI

Uno dei punti di forza di questa Renault Twingo è il piccolo propulsore da 900 centimetri cubici di cilindrata, posizionato nella zona posteriore sotto al vano bagagli. La vettura vanta una potenza di ben 93 CV ed una coppia massima di 135 Nm a 2.500 giri/min. La trazione è posteriore. Lo scatto da 0 a 100 avviene in 11,1 secondi, mentre la velocità massima è di 165 km/h. Sono dati, questi, molto buoni per una citycar. Grazie al potente propulsore su questa Renault Twingo ci si sente a proprio agio anche ad andature autostradali. Buone sia la frenata che la ripresa, merito anche del cambio automatico a 6 marce. Qualche pecca la sottolineiamo nella tenuta di strada. L’elevata massa collocata al posteriore ha reso la parte anteriore molto leggera. In questo modo si soffre un po’ di sottosterzo in inserimento di curva. Parlando di consumi, siamo nella media. Viaggiando a velocità moderate si arriva anche a 20 km/litro. La media è comunque sui 15 km per litro di carburante.

COMFORT ED OPTIONAL

La cifra da sborsare per questa Renault Twingo in allestimento Intens è di 16.050 €. Non pochi se pensiamo di acquistare un’auto di segmento A. In ogni caso questa è la versione top di gamma ed offre davvero molto. Di serie abbiamo il sistema di infotainment Easy Link con schermo da 7”, retrocamera e compatibilità con Android Auto, fari fendinebbia e cerchi in lega da 15 pollici. Sempre allo stesso prezzo ci sono le luci diurne a LED, il volante multifunzione di pelle, i dettagli esterni in tinta carrozzeria, lo Stripping laterale, i portaoggetti nelle portiere posteriori, il cruise control e volante e sedile conducente regolabili in altezza. Poi ancora retrovisori esterni regolabili elettricamente, alzacristalli elettrici e climatizzatore manuale. Con poche centinaia di euro in più si possono avere anche il clima automatico ed il sistema di mantenimento della corsia di marcia.

Insomma per essere a bordo di una citycar, questa Renault Twingo offre davvero molto, ben più di certe vetture di segmento B. Inoltre i sedili sono piuttosto comodi e la plancia, dal design molto giovanile, è rifinita con cura. Consigliamo questa piccola Renault Twingo come seconda auto di famiglia, come vettura per tutti i giorni, comoda per la guida in città, ma adatta anche a trasferte in autostrada, a patto di non dover caricare molto nel bagagliaio.

PREGI

Motore davvero brillante

Vettura agile in manovra

Buona dotazione di serie

DIFETTI

Bagagliaio molto piccolo

Gli pneumatici di diverse dimensioni tra anteriore e posteriore rendono scomodo l’acquisto di un nuovo treno di gomme

Omologazione solo per 4 persone