Revisione auto, adesso guardano questo: se non sei in regola te ne torni a piedi

Ben presto potrebbero cambiare le cose anche per quanto riguarda la revisione auto, questo perché a quanto pare la Commissione Europea è al lavoro per modificare delle regole che non vanno più bene.

Revisione auto
Revisione auto

Si tratta di una vera e propria rivoluzione che andrà a cambiare le modalità, la frequenza della revisione e i requisiti.

La legge italiana, almeno fino ad ora, pone la revisione come obbligo. Tutti gli automobilisti devono effettuarla su un’auto nuova entro quattro anni dall’immatricolazione, poi ogni 2 anni.

Ecco cosa sta per cambiare sulla revisione auto

L’esito della revisione, ovviamente dipende dall’usura delle componenti dell’auto, più la si utilizza più le componenti si usurano, per logica è così che va. Sembrerebbe essere tutto già abbastanza sotto controllo, ma a quanto pare per la commissione non è così perché ci sono alcune norme non chiare o poco utili, non rispettate.

La prova evidente, sono gli incidenti annuali che addirittura sono in crescita e che spesso hanno a che fare con auto in pessime condizioni. Ecco perché l’Unione Europea sta intervenendo avanzando delle proposte che mirano ad adeguare le norme alla tecnologia a bordo delle auto, per far sì che gli obblighi siano sempre più stringenti. Questa è la teoria, ma adesso passiamo alla pratica e cerchiamo di capire cosa cambierà di fatto per gli automobilisti. 

revisione-Motori.news

Dal 2023 nuove regole per tutte le auto nuove e vecchie

Tutti coloro che possiedono e guidano un’auto si dovranno adeguare ai cambiamenti che arriveranno a partire dal 2023. Questi, riguarderanno il sistema di assistenza alla guida e le emissioni dei mezzi che dovranno essere sempre meno, quindi sempre meno inquinanti.

Per quanto riguarda il sistema di assistenza alla guida, se non funziona correttamente, quindi se non dovesse essere realmente efficiente, può essere causa di incidenti anche importanti. Ecco perché saranno introdotti dei test per tutte le tecnologie. Si interverrà anche per evitare che siano effettuate delle alterazioni del contachilometri, discorso utile in ambito di vendite di auto usate.

Poi andrà modificato qualsiasi documento riguardante la revisione e in linea generale il mezzo. Quindi tutto ciò che fino ad ora è stato cartaceo, diventerà digitale. Questo è totalmente a favore degli automobilisti che non dovranno più avere paura di fregature di qualunque genere, che delle autorità che durante i controlli perderanno molto meno tempo.

Poi ci saranno degli adattamenti sulla frequenza della revisione, che almeno per adesso non sono stati specificati. Molto probabilmente saranno introdotti dei test specifici per i sistemi di illuminazione e le verifiche sulle sospensioni, sull’inquinamento dei liquidi refrigeranti del mezzo e molto altro ancora.