Il Gran Premio della Thailandia della nuova stagione di SBK 2019 è giunto al termine. Sul circuito di Buriram il pilota spagnolo Alvaro Bautista ha conquistato sia la Superpole Race che Gara 2, battendo il nordirlandese Jonathan Rea. Ed è proprio durante la prova sprint che è avvenuto un brutto incidente in cui sono stati coinvolti il britannico Leon Camier, pilota Honda, e la wild card thailandese Thitipong Warokorn su Kawasaki.

Sia Camier che Warokorn sono stati costretti a saltare la Gara 2 in seguito agli infortuni. La Direzione di Gara è stata obbligata ad esporre la bandiera rossa, tra l’altro, a pochi giri dal termine. Il pilota thailandese è quello che ha avuto la peggio nel pauroso incidente, infatti, è stato subito trasportato in ospedale per accertamenti.

LE CONDIZIONI DI CAMIER E WAROKORN

Il pilota britannico, in sella alla Honda del team Althea Moriwaki, è stato sottoposto ad esami clinici che hanno confermato la frattura del polso destro ed una distorsione al ginocchio destro con avulsione della spina tibiale.

La wild card thailandese, invece, dopo l’incidente è rimasto a terra ed è stato subito trasportato in ospedale per accertamenti. Tra i due piloti, Warokorn è quello che ha riportato maggiori conseguenze. Gli esami clinici hanno diagnosticato: lesioni al torace, un trauma cranico ed una commozione cerebrale.