In vista della prossima stagione di Superbike 2020, il calendario del campionato mondiale non dovrebbe subire particolari variazioni. La Dorna non ha ancora emanato alcun comunicato in via ufficiale né tanto meno si conoscono le date e i circuiti dei futuri appuntamenti. Ad oggi però circolano interessanti indiscrezioni circa alcune novità per il prossimo anno. Con molta probabilità il mondiale di SBK potrà riabbracciare il circuito di Oschersleben, in Germania. Inoltre sia Ducati, che BMW e Audi (tra l’altro proprietaria del tracciato) sono molto fiduciosi circa il ritorno sulla pista tedesca.

Attualmente ci sono 13 circuiti in lista, ma solo 11 hanno firmato il contratto per la prossima stagione di SBK 2020. Il Paese che il prossimo anno non avrà alcun appuntamento sarà la Thailandia. Nel 2021, invece, potrebbe esserci l’introduzione del circuito indonesiano di Lombok, che ospiterebbe sia la MotoGP che la WSBK. L’altro circuito in forte dubbio resta Laguna Seca, purtroppo gli accordi scarseggiano e non ci sarebbero soluzioni in merito. Ma il mondiale delle derivate certamente non può fare a meno degli Stati Uniti, dunque con molta probabilità si raggiungerà un accordo.

SBK 2020: la Germania farà il suo ritorno nel calendario

La Dorna (società spagnola che gestisce la parte commerciale di eventi sportivi (soprattutto motociclistici) lancia segnali di speranza circa il ritorno della Germania nel calendario di WSBK. La Motorsport Arena Oschersleben prenderà il posto della Thailandia. Il tracciato tedesco ospitò il mondiale delle derivate già dal 200 al 2004. Mentre dal 2005 al 2007 e dal 2016 al 2017 la tappa tedesca si disputò al Lausitzring, dal 2007 a 2013 le gare si sono corse al Nurburgring. Stando alle ultime novità ci sarebbe una trattativa in corso tra la Dorna e i proprietari del tracciato. Il CEO del circuito tedesco, Ralph Bohnhorst, ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito. Ecco quanto riportato da ‘tuttomotoriweb.com’:

Stiamo parlando del 2020 e c’è interesse reciproco. Abbiamo avuto delle discussioni positive e ci stiamo avvicinando ad un accordo. Avere piloti tedeschi sicuramente porterebbe più spettatori. E’ passato del tempo da quando c’era un tedesco molto veloce“.

Ricordiamo che ad oggi in SBK corrono due piloti tedeschi ossia: Sandro Cortese, del Team GRT alla guida di una Yamaha YZF-R1 vincitore della classe Moto3 del motomondiale nel 2012 e vincitore del Mondiale Supersport nel 2018, e Markus Reiterberger alla guida della BMW nonché campione Europeo Superstock 1000 nel 2018 e tre volte campione tedesco IDM della categoria Superbike. Secondo alcune voci potrebbe esserci anche l’arrivo di un altro pilota tedesco dalla Moto2, si tratterebbe di Jonas Folger per il quale la Kiefer Racing nutre un forte interesse.