Nella giornata di ieri 18 novembre il team giapponese ha tolto i veli alla nuova Kawasaki Ninja ZX-10RR che scenderà in pista la prossima stagione 2021 del Mondiale di Superbike. Questo bolide delle derivate di serie avrà sarà sicuramente una delle principali rivali, in termini di prestazioni, della Ducati Panigale V4.

Malgrado il nome della Kawasaki resta lo stesso degli altri modelli utilizzati da Jonathan Rea e da altri piloti di questo marchio, si tratta comunque di una moto del tutto diversa rispetto a quella già scesa in pista precedentemente.

Lunedì prossimo 23 novembre 2020, ci sarà la presentazione ufficiale del modello stradale, ma alcune foto spia erano apparse già in rete da qualche giorno. Ieri è stata data la conferma grazie al team giapponese che ha svelato il modello Superbike.

Come si presenta la nuova Kawasaki Ninja SBK

Il nuovo bolide che correrà nella prossima stagione 2021 di Superbike, presenta una livrea uguale a quelle precedenti. La ZX-10RR, infatti, sfoggia il suo total black con una sottile linea bianca che inizia dal codino posteriore, prosegue sui lati fino al cupolino per poi scendere verso il motore e tornare di nuovo verso il posteriore della moto nella parte bassa della carena.

Inoltre non poteva che mancare il disegno che rappresenta un fiocco di neve sul cupolino e sulle fiancate, che andrà a sostituire i numeri con i quali i piloti scenderanno in gara.

Martedì scorso i piloti Jonathan Rea e Alex Lowes hanno testato sul circuito spagnolo Angel Nieto di Jerez de la Frontera il nuovo motore della Ninja ibrida durante la prima giornata di test invernali. Ieri, invece, ha fatto il suo esordio in pista la nuova Kawasaki Ninja ZX-10RR 2021, ecco com’è andata.

SBK: test invernali day 2 Jerez de la Frontera

Si è conclusa la seconda giornata di test invernali validi per la prossima stagione 2021 del Mondiale delle derivate di serie. Il nuovo bolide ZX-10RR ha estasiato sin da subito con le sue bellissime forme (motore aggiornato, nuova carena anteriore per migliorare l’aerodinamica) e poi per aver fatto segnare il miglior tempo in questa due giorni di test, grazie al suo cavaliere Jonathan Rea.

Il sei volte campione del mondo ha utilizzato sulla sua nuova Ninja la gomma da Superpole. Il tempo migliore è stato 1’38”324 a meno un decimo dalla pole position messa a segno nel round di Jerez nel 2019.