Jonathan Rea taglia il traguardo

Il round di Imola del campionato mondiale di Superbike, che doveva disputarsi il 9-10 maggio, non si correrà più. Per questa data ci sarebbe la possibilità che l’emergenza sanitaria Coronavirus possa ancora essere presente in Europa. La Dorna (organizzatrice del mondiale) avrebbe già confermato lo spostamento del round di Assen ad agosto e quello di Jerez a fine ottobre. Sicuramente la tappa italiana di Imola non verrà cancellata, ma solo spostata. Si tratta, infatti, di un evento molto prestigioso e importante per il mondo del Motorsport e quindi è doveroso salvarlo. Questo perché la tappa del Santerno di SBK sarebbe quella ad ospitare un maggior numero di spettatori dopo quello di El Vilicum in Argentina. La scorsa settimana ad annunciare il rinvio dei round di Assen, Imola e Aragon a data da destinarsi è stato Gregorio Lavilla, ex pilota e nuovo capo di Dorna.

Round di Imola, la data alternativa a luglio?

La Dorna vorrebbe riprendere il mondiale di Superbike dal round di Misano, in programma il 13-14 giugno, ma anche quest’opportunità verrà sicuramente accantonata. Almeno per il momento la quarantena in Italia dovrebbe durare sicuro fino a Pasqua, se non oltre. L’alternativa sarebbe di posticipare, oltre alla tappa di Imola (per fine luglio), anche quella di Misano e la successiva di Donington. L’idea sarebbe quella di riprendere direttamente l’1-2 agosto con il round di Oschersleben, in Germania.

I weekend liberi del mese di agosto sarebbero quelli del 7-9, del 14-16 e del 21-23. Il pericolo di pioggia non sussiste nemmeno, in quanto sicuramente le condizioni meteo saranno buone e l’asfalto asciutto. Ricordiamo che la scorsa stagione sia Gara 2 di SBK che la gara del WorldSSP300 furono sospese a causa dell’incessante pioggia. Addirittura si sta pensando ad un piano di riserva, qualora il mese di luglio ancora non fosse disponibile. Per la gara di Imola, infatti, ci sarebbe l’opzione del mese di novembre. Ad oggi il calendario prevede il round di Jerez il 24-24 ottobre e quindi il Santerno si disputerebbe subito dopo la tappa spagnola. Ovviamente la speranza è che questa grave pandemia, che sta colpendo il mondo intero, possa finire al più presto possibile.