Al termine della seconda sessione di prove libere del Mondiale SBK di Misano è calato il gelo. Tanta paura per Michael van der Mark che, a pochi minuti dalla fine del secondo turno, è stato protagonista di una spettacolare e brutta caduta disarcionato all’uscita della curva 16 dalla sua Yamaha R1. Il 26 enne olandese è caduto in malo modo per terra, sbattendo violentemente l’anca sul cordolo.

SBK, Misano: grave incidente van der Mark, le condizioni

Subito dopo l’incidente i commissari di gara hanno esposto la bandiera rossa e il pilota è stato prontamente soccorso dall’ambulanza e trasportato con urgenza al centro medico del circuito Marco Simoncelli, per i primi controlli. Dai primi risultati van der Mark è risultato cosciente, ma si lamentava per dolori al polso.

Il pilota del team Pata Yamaha è stato dunque trasportato presso l’ospedale di Rimini per accertamenti più dettagliati, dai quali è poi risultata una frattura al polso destro, un trauma cranico commotivo, una frattura al radio e all’ulna del braccio destro, e di due costole precisamente la nona e decima del lato destro. L’olandese sarà costretto a sottoporsi ad un intervento chirurgico.

Ovviamente date le circostanze poco favorevoli Michael van der Mark sarà ufficialmente costretto a non partecipare al weekend di gara di Misano (settimo round stagionale). Certo dispiace molto perché l’olandese era andato molto forte durante la prima giornata di prove libere, segnando il tempo più veloce. Avrebbe sicuramente fatto bene anche nelle seconde e terze libere di Misano. Purtroppo non doveva andare così e il pilota Yamaha ha concluso il weekend in anticipo con una brutta caduta. Il pilota classe ’92 rimarrà sotto osservazione per l’intera giornata odierna.

SBK, situazione classifica e punti di van der Mark

Ad oggi van der Mark occupa la terza posizione in classifica generali piloti a quota 188 punti, alle spalle di Jonathan Rea secondo con 259 punti e al leader Alvaro Bautista in vetta con 300 punti. L’olandese sperava a Misano di fare un’ottima gara e cercare di conquistare ulteriori e preziosi punti soprattutto dopo la perfetta gara 2 di Jerez, dove ottenne la vittoria davanti a Jonathan Rea.