Il campione del mondo in carica di MotoGP, Marc Marquez, dopo il rientro forzato al GP di Andalusia (non più disputato per il troppo dolore al braccio operato), il pilota della Repsol Honda si è sottoposto ad un secondo intervento chirurgico. Purtroppo i tempi di recupero forzati e il forte stress che il braccio ha accumulato (a tal punto da recare danno alla placca di titanio inserita nel 1° intervento), costringeranno lo spagnolo a saltare il prossimo weekend di gara, valido per il GP della Repubblica Ceca sul circuito di Brno. Dopo tre gare non disputate (quindi zero punti all’attivo), la corsa al decimo titolo mondiale potrebbe già definirsi conclusa.

Per il prossimo e terzo Gran Premio della nuova stagione 2020 del Motomondiale, Marc Marquez non tenterà alcun rientro forzato. Resterà a riposo secondo i tempi previsti per questo tipo di infortuni. Purtroppo per ‘El Cabroncito’ il sogno del decimo titolo iridato si allontana sempre di più, soprattutto con i giovani leoni in pista suoi principali avversari come Fabio Quartararo (leader del mondiale con due vittorie su due) e Maverick Vinales, che sta facendo altrettanto bene.

GP Brno, Marquez out: chi sarà il suo sostituto su Honda?

Stando alle ultime notizie il pilota che sostituirà Marc Marquez al Gran Premio di Brno, del prossimo 9 agosto, sarà il collaudatore della Honda Stefan Bradl. Già la scorsa stagione scese in pista in ben quattro gare in sella alla RC213V, ottenendo un buon decimo posto nella migliore di queste disputate al Sachsenring. Nell’arco della sua carriera, il pilota tedesco sul tracciato ceco di Brno ha gareggiato ben sette volte, riuscendo a chiudere per tre volte nella Top Ten.

Queste a seguire sono le dichiarazioni rilasciate da Stefan Bradl e riportate dai colleghi di ‘tuttomotoriweb.com’:

Prima di tutto auguro a Marc una pronta guarigione. Quello che ha fatto a Jerez è stato incredibile e ha dimostrato il suo vero spirito da campione. Per quanto mi riguarda, non vedo l’ora di tornare sulla Honda: per via della pandemia globale non siamo riusciti a provare come avremmo voluto, perciò mi ci vorrà un po’ di tempo per adattarmi di nuovo alla MotoGP, ma nel frattempo ho guidato un paio di volte la moto da Superbike, perciò so di essere in forma.”

Stefan Bradl, collaudatore tedesco classe ’89, ha poi concluso l’intervista affermando che la sfida del prossimo weekend di gara di Brno la guarderà con molto interesse. Correre in sella alla Honda è sempre stato per lui un grande onore e si reputa molto felice di poter aiutare l’intero team della Casa Alata. Vedremo con attenzione cosa succederà nel quarto appuntamento stagionale.