La SSC Tuatara segna un nuovo record di velocità massima per un’auto di produzione. Come è possibile vedere dal video che vi lasciamo di seguito, il tachimetro arriva a segnare l’incredibile velocità di 532,8 km/h! Spodestata dunque la Bugatti Chiron Supersport, che si ferma a “soli” 490 km/h.

La prova per la SSC Tuatara si è svolta sulla Statale 190, in entrambi i sensi di marcia, come previsto da questo tipo di rilevazioni. Lo scopo è quello di azzerare ogni possibile aiuto da parte del vento, con il risultato finale che è appunto la media tra le due top speed mantenute all’andata e al ritorno.

Sebbene il brand SSC sia sconosciuto ai più, sono stati in grado di convincere del progetto Joseph Castriota, affidandogli la progettazione della Tuatara. Costui è un professionista del settore di fama mondiale, che può vantare esperienze in progetti con Ferrari, Maserati e Pininfarina. 599, GranTurismo e la Hyperion sono solo alcuni dei bolidi per la quale ha contribuito allo sviluppo.

Il propulsore che spinge questa hypercar pazzesca è un V8 da 5.9 litri con doppio turbocompressore. Il motore è in grado di sviluppare 1.750 CV a patto che si impieghi benzina E85. Altrimenti bisognerà accontentarsi di 1.350 CV con la 91 ottani. Nella prova ovviamente è stato impiegato il combustibile più prestazionale in modo da spremere quanto più possibile tutto quello che il V8 in questione ha da offrire.

La Tuatara utilizza fibra di carbonio per i pannelli della carrozzeria e per la monoscocca. Uno degli elementi più particolari sono le portiere, azionate tramite un pulsante e sollevate a 90° con un circuito idraulico.

Sebbene sia un’auto estrema non rinuncia a certi comfort come impianto audio di qualità, climatizzatore e un sistema di infotainment completo gestibile da un display centrale touchscreen. Materiali di primissima qualità rivestono l’abitacolo tra cui fibra di carbonio e Alcantara.

Vi proponiamo inoltre un video direttamente pubblicato da SSC dove vengono mostrate le conseguenze delle cambiate in modalità “Track Mode“. La casa comunica che la violenza del cambio marcia è tale da abbassare la parte posteriore della vettura di circa 4 mm, mentre 2,5 mm è la reazione che si rileva sull’avantreno.

La SSC Tuatara ricordiamo che viene considerata una vettura di produzione in quanto ne verranno costruite 100.