Telepass, 6000 euro di multa se commetti questo errore: lo fai ogni giorno

Ricevere una multa da 6000 euro non è qualcosa da poco o da niente. Chi ha già provato questa sensazione causa telepass, probabilmente non la dimenticherà mai. 

Telepass
Telepass – Motori.News

Per quanto possa sembrare difficile beccare una multa così elevata, è più facile di quel che si pensa per questo potrebbe essere proprio dietro l’angolo.

L’infrazione che costa 6.000 euro si rischia al telepass e l’automobilista che la becca purtroppo viene rovinato perché le conseguenze di un errore banale sono tante.

Telepass pratico e veloce ma attenzione ad alcuni dettagli che fanno la differenza

Il Telepass è uno strumento moderno pratico comodo e veloce che consente di passare in fretta dai caselli dove si deve pagare il pedaggio autostradale senza perdere tempo a cercare soldi.

Coloro che vogliono attivare il servizio telepass devono soltanto sottoscrivere un contratto con la società e successivamente collegare un conto corrente che consente di effettuare gli addebiti ogni volta che si passa dal casello.

Subito dopo bisogna fornire i dati e la targa del veicolo oltre che i dati del proprietario ed ecco finito. Grazie al trasponder che viene fornito si possono evitare lunghe code, gli ingorghi e il traffico soprattutto durante le feste.

Per farlo basta passare dal casello riservato al telepass, la sbarra dopo aver rilevato la targa, si alza e così consente il passaggio. 

Il servizio ha un costo irrisorio di 2 euro al mese, sul conto corrente vengono addebitati ogni 2 o 3 mesi tutti i passaggi dai caselli.

Tutti i dispositivi possono avere associati massimo due targhe ed è vietato prestare il Telepass ad altre vetture che non rientrano negli accordi. In caso contrario la sanzione può arrivare a 1.000 euro.

Un automobilista in Lombardia dovrà pagare molto di più, sarà costretta a pagare 6.000 euro tra contravvenzione e risarcimenti vari a causa di un gesto folle.

Telepass – motori.news

Ecco cosa è successo in Lombardia

È passata per 145 volte il casello senza pagare un centesimo. Nel 2018 la donna in questione pur di non pagare ai caselli, aveva messo in atto un trucchetto risultato per qualche anno efficace, con lo scopo di eludere gli esborsi. Si accodava all’auto che le stava davanti, andando a sfruttare l’apertura della sbarra e passava senza pagare. Una frode pura ai danni dello Stato e della Società Autostrade.

A seguito della visione dei filmati delle telecamere di videosorveglianza dei vasi caselli l’automobilista, seppur dopo anni,  la seguito di varie frodi ha ricevuto una multa da 6.632 euro per aver commesso ben 145 infrazioni.