Telepass addio, c’è una strada alternativa: non butterete più soldi

Buone notizie, soprattutto per tutti coloro che utilizzano molto spesso, anche quotidianamente, il servizio di Telepass. Aspettatevi di risparmiare con questa notizia che stiamo per darti. Sono finiti i giorni in cui pagare un Telepass era come una tassa.

Niente più telepass
Niente più telepass – Motori.News

Tra le spese tipiche dell’automobilista c’è sicuramente il Telepass. Non tutti, ovviamente, ma molti traggono vantaggio. Quest’ultimo è da sempre stata come una tassa a prezzo predeterminato per ogni singolo transito o abbonamento. Ma ora le cose sembrano essere finalmente cambiate.

Dalla scorsa primavera la nota compagnia assicurativa Unipol ha fatto la sua incursione nel mercato delle tariffe elettroniche, un gesto che sicuramente ha portato benefici al consumatore. 

A proposito di Telepass

Il monopolio di Telepass (fondato dal Gruppo Autotrade nel 1997 e posseduto per il 51% da Atlantia, la holding della famiglia Benetton, e per il 49% dal Gruppo Partners) di gestire i caselli autostradali senza fermarsi a pagare il pedaggio, dopo un quarto di secolo di attività, è davvero giunto al termine.

Telepass autostrada – motori.news

Ecco le ultime novità

La prima parte delle modifiche è già arrivata la scorsa primavera e ora stiamo assistendo ad alcuni sviluppi interessanti. Dalla scorsa primavera, infatti, UnipolSai, nota compagnia di assicurazioni, è entrata nel mercato del telepedaggio, rendendo l’ambito già con una certa concorrenza, la quale ha portato benefici al consumatore.

Ora, l’ingresso del marchio MooneyGo crea un mercato veramente competitivo con vantaggi ancora più evidenti per gli utenti che desiderano accedervi. Tutto questo sarà possibile non solo per le condizioni di offerta che MooneyGo si appresta a lanciare, ma anche per le condizioni generali del mercato che indubbiamente varieranno. 

Il marchio è gestito da Mooney, una banca specializzata in pagamenti elettronici. Recentemente ha lanciato la carta “VR46“, dedicata al campione Valentino Rossi. È già presente anche nel settore della mobilità, con l’app per il pagamento del parcheggio MyCicero. E ora si sta preparando a proseguire il suo cammino come protagonista del mercato nel telepedaggio. 

Telepass – motori.news

Le condizioni di questa strada alternativa

Mentre la nuova azienda attende il suo debutto, ci porta a conoscenza che punterà sulla capillarità, sicuramente uno sei suoi punti di forza. Infatti, i dispositivi per il pagamento del pedaggio elettronico a marchio MooneyGo, si potranno richiedere in 45.000 punti vendita, compresi bar e tabaccherie. Si tratta di un operatore autorevole in termini di competitività, soprattutto se si considera che è nato dalla fusione di SisalPay e Banca 5 (quest’ultima appartenente al gruppo Intesa San Paolo) nel 2019.

Inoltre, alla fine di luglio, Intesa San Paulo e Enerx hanno rilevato totalmente le quote della compagnia. Per gli utenti, le tariffe saranno competitive e “flessibili”. Questo si può dedurre dalle dichiarazioni dell’amministratore delegato Emilio Petrone. In questo modo, gli automobilisti che desiderano richiedere i servizi di MooneyGo hanno a disposizione una gamma di opzioni che si adattano alle loro esigenze individuali.