Telepass, ormai usarlo in questo modo è vietato: cambia tutto | Che sfortuna

Se eravamo abituati a qualcosa di specifico legato al Telepass, adesso è finita, non si può più fare. Vediamo insieme che cosa. 

Telepass
Telepass – motori.news

I dispositivi Telepass sono una soluzione estremamente conveniente per facilitare l’accesso alle autostrade del paese eliminando la presenza umana ai caselli. Sfortunatamente per gli utenti di questo dispositivo, questa potrebbe essere una brutta notizia.

E’ stato introdotto in Italia nel 1989. Sperimentalmente il Telepass è stato inizialmente testato tra Calenzano e Sesto Fiorentino e presso diversi caselli di Firenze. Visto il buon andamento ottenuto in questi tratti, in occasione della Coppa del Mondo svoltasi nel nostro Paese nel 1990, il suo utilizzo è stato esteso a tutti i caselli delle principali città italiane e a tutti i privati.

Telepass, addio alle vecchie abitudini?

Telepass è un dispositivo che ti permette di pagare i pedaggi autostradali ritirando denaro direttamente dal tuo conto corrente, permettendoti così di entrare e uscire senza fermarti. Infatti, i caselli autostradali offrono agli automobilisti e ai motociclisti una varietà di opzioni di pagamento, inclusi carte di credito, contanti e Telepass.

Una volta nella corsia del Telepass, un sistema ottico riconosce il veicolo sul dispositivo e solleva la sbarra per consentire il passaggio del conducente. Si tratta quindi di un transponder che utilizza la tecnologia di comunicazione tra veicoli e infrastruttura autostradale per consentire transazioni automatizzate di pagamento del pedaggio.

Telepass è una salvezza per viaggiatori, pendolari e chiunque frequenti spesso i caselli autostradali. Soprattutto nelle grandi città come Milano, Roma e Bologna, i tempi di attesa al casello possono essere infiniti, quindi è utile disporre di una corsia dedicata.

Telepass – motori.news

Quello che dovresti sapere è che l’uso del telepass deve seguire determinate regole. Le multe sono molto alte se non vengono rispettate. Alcune sono ben note, altre no, e gli automobilisti ignari spesso devono affrontare multe molto elevate. Pertanto, è bene sapere quali azioni non dovresti mai intraprendere.

In quali casi può scattare una multa?

Se immagini una situazione molto tipica, ti ritrovi a fare un viaggio molto lungo in macchina e ovviamente scegli di utilizzare l’autostrada per questo. Non hai il Telepass, ma hai conoscenti e amici che ce l’hanno. Così gli chiedi molto astutamente di prestartelo e prometti di ripagare l’importo speso al tuo ritorno. Ma sei proprio sicuro che si possa fare?

In questo caso, in effetti, è meglio controllare le normative sul telepass per chiarire qualsiasi dubbi. Ovviamente, sappiamo bene che l’uso illegale delle infrastrutture autostradali comporterà pesanti sanzioni per chi viola le regole previste dal codice della strada e dalla legge.

Affinché Telepass funzioni correttamente, infatti, la targa del tuo veicolo deve essere registrata. Questa targa è inseparabilmente legata al dispositivo fornitoci. Inoltre, se “prendi in prestito” un Telepass già registrato, al legittimo proprietario verrà addebitato l’intero tratto autostradale indipendentemente dal fatto che sia stato percorso o meno.