Disponibile sul mercato la nuova Triumph Rocket 3 nelle due versioni R e GT. La nota azienda britannica torna a far brillare gli occhi di tanti appassionati e amanti delle maxi cruiser, questa in particolare con il suo immenso gommone posteriore da 240 mm. Una power cruiser progettata per rendere la guida più piacevole, grazie alla sua ciclistica e ad un energico sistema frenante. Scopriamola insieme.

Triumph Rocket 3 R e GT: motore e ciclistica

La maggior parte delle componenti della vecchia Rocket 3 sono stati modificati, eccetto i tre cilindri in linea longitudinale a cui è abbinato un cambio a 6 marce dotato di shift assist bidirezionale come optional. Il propulsore vanta di 2.458 cc erogati e una corsa di 110,2 x 85,9 mm. La nuova Triumph garantisce 165 cv a 6.000 giri/min e persino 221 Nm a 4.000 giri/min. Ben quattro sono le modalità di guida che lavorano sulla mappatura e sul Traction Control, senza dimenticare l’inevitabile ABS Cornering. Quanto alla ciclistica, il telaio è stato creato dal principio. Il peso è di 291 Kg a secco (tre kg in più per la versione GT). In fase di frenata Triumph ha ben pensato di applicare all’avantreno due pinze Brembo Stylema con dischi di 320 mm. La trasmissione finale è a cardano.

Rocket 3 – R
Triumph Rocket 3

Triumph Rocket 3: i prezzi delle versioni R e GT

Per la versione R i prezzi partono da 22.500 euro e comprende: pedane centrate, una sella a 773 mm e un manubrio a piega bassa. La versione GT, invece, parte da un prezzo di 23.300 euro e comprende: parabrezza, sella a 750mm, manubrio piega soft, pedane avanzate e che si possono regolare per quanto riguarda la distanza. La versione R regala uno stile di guida vivace, mentre la GT offre una maggiore tranquillità. L’aspettativa di una cruiser tale è quella di una motocicletta mastodontica e dall’impronta selvaggia e graffiante, ma non è così. Il tre cilindri è capace di garantire una forza simile ad un Grizzly, ma con un tocco di dolcezza e più rilassante. Sia il telaio che le sospensioni fanno bene il loro dovere, riuscendo a supportare bene gli oltre 300 Kg della Rocket 3. Special modo se ci si trova alla guida della versione R, non occorre imporsi mentre si entra in curva, così facendo si può compromettere la perfetta traiettoria.