Troppe vittime su questa pista ciclabile, nessuno rispetta le regole: mare di sanzioni in arrivo

I residenti della zona hanno ripetutamente segnalato il pericolo. Ma nessuno rispetta le regole, nemmeno i camion dell’Ama e il comune non risponde a nessuno.

Troppe vittime su questa pista ciclabile
Troppe vittime su questa pista ciclabile – Motori.news

Le piste ciclabili non sono sicure. In effetti, il grafico preparato dalla Commissione Mobilità mette in evidenza diversi interrogativi. Oltre ai gravi problemi che spesso i cittadini stessi lamentano a causa della riduzione delle carreggiate e dei parcheggi inerenti, si evidenzia il diffuso disagio per la sicurezza di ciclisti, pedoni e persone con disabilità. 

Pericoli nelle strade di Roma

Infrazioni incontrollate e attraversamenti mortali lungo Via Prati Fiscali, oltre a gravi problemi alla pista ciclabile che si estende tra via Salaria e piazzale Jonio. Questi sono i principali pericoli su una delle arterie più trafficate del 3° municipio. Poco dopo l’ingresso della Salaria si trova il primo punto ad alta percentuale di incidentalità, come testimonia la concentrazione di tre piccoli altari con scritte, lumini e fiori entro 100 metri.

Il semaforo al civico 295 è stato installato proprio per questo motivo, ha detto Antonio Comito, consigliere municipale, “25 anni fa, dopo che un’auto ha cercato di sorpassare un pedone e ha ucciso una persona che attraversava la strada, è stato preso questo provvedimento “, ha raccontato. Ma i semafori da soli non sono bastati. A fine agosto 2020 un uomo di 41 anni è stato travolto nei pressi di largo Valtournenche.

Una pista ciclabile molto pericolosa

A questo si aggiunge una pista ciclabile, costituita da una striscia gialla dipinta sull’asfalto, dove i ciclisti pedalano affiancati ai veicoli. I cittadini dicono essere una pista molto pericolosa, dove pochissime biciclette si vedono passare, giusto 3 o 4 durante i fine settimana.

pista ciclabile via prati fiscali
Pista ciclabile in via Prati Fiscali – motori.news

La strada è spesso bloccata a causa del traffico, con varie fermate dell’autobus e i camion devono molte volte percorrerla per il carico e scarico merci. Inoltre, le auto private possono essere parcheggiate ovunque, come purtroppo accade spesso nella capitale.

Comito suggerisce: “Sarebbe più sicuro spostare le pista ciclabile al centro delle corsie, nella zona verde che fa anche da spartitraffico, in modo che auto e moto possano avere una convivenza separata rispetto alle biciclette.” E per fare appello al comune ha fatto circolare una petizione che ha raccolto tra le 400 e le 500 firme.

Continue infrazioni senza controlli

Un argomento a parte lo merita l’ampliamento di via dei Prati Fiscali dove si immettono via Antonio Silvani, via Dei Prati Fiscali Vecchia e via Caviglia. Questo punto ha una specie di corsia laterale che regola l’incrocio. I veicoli parcheggiano in curva, entrano ed escono contromano, parcheggiano in doppia fila o sul marciapiede.

Basta attendere sul posto per 5 minuti per guardare diverse auto andare contromano, nonostante a volte sia presente anche una macchina della polizia locale.

prati fiscali
via Prati Fiscali – motori.news

L’asfalto della zona è stato completamente rifatto, ma serverebbe anche una rivista della viabilità, ma dal comune non c’è stata alcuna risposta. I residenti esasperati informano che anche i camion della nettezza urbana commettono violazioni.