Si chiama TruCam il nuovo autovelox che può scoprire anche gli automobilisti che stanno utilizzando il telefonino mentre sono alla guida o che non sono muniti di cinture di sicurezza. Il primo dispositivo del genere è stato acquistato dal comune di Limena in provincia di Padova con un esborso di quasi 20 mila euro. Non siamo più in fase di sperimentazione. TruCam può essere effettivamente utilizzato dalle autorità di pubblica vigilanza

TruCam è un dispositivo altamente intelligente capace di rilevare oltre i furbetti del cellulare o gli automobilisti senza cintura di sicurezza, anche la velocità alla quale sta procedendo il veicolo. Questa ultima generazione di tele laser ha un campo d’azione sino a 1.200 metri. Ciò permette alla pattuglia che ha individuato l’infrazione di fermare l’automobilista in completa sicurezza. Lo strumento ha inoltre la capacità funzionare anche di notte grazie ad un sistema ad infrarossi.

Le sue caratteristiche non finiscono qua. TruCam può scattare foto e registrare video in alta definizione. Inoltre questo sistema è capace anche di leggere le targhe e confrontarle con il database delle forze dell’ordine per controllare se l’auto è assicurata, se ha effettuato la revisione o se è stata rubata.

TruCam ha la possibilità di essere adoperato direttamente dal personale delle forze dell’ordine oppure può essere installato nelle postazioni fisse di autovelox. Il sensore di velocità può rilevare automobili che procedono tra gli 0 ed i 320 km/h. La memoria interna di TruCam è di 2 GB. Lo strumento funziona su piattaforma Linux.

Ricordiamo che attualmente il Codice della Strada, prevede multe salate per chi fa il furbo. La cifra da pagare va dai 160 ai 646 euro per chi parla al cellulare mentre è alla guida. L’esborso è compreso tra gli 80 ed i 323 € per chi guida senza cintura di sicurezza. Automobilisti avvisati. TruCam si diffonderà presto in tutto il Belpaese.