Tutor, guarda le strisce: con le ruote messe così è impossibile che ti beccano | Addio multe

Ci sono dei metodi per far in modo che i tutor e gli autovelox non ti beccano durante un eccesso di velocità. Ecco i più diffusi e qual è il più funzionale.

Tutor, guarda le strisce
Tutor, guarda le strisce – Motori.News

Il Codice della strada ha delle regole ben precise e anche solo una minima trasgressione di queste fa si che il conducente del veicolo possa avere delle sanzioni che prevedono multe salatissime o addirittura un periodo di reclusione.

Questo, ovviamente, riguarda il tipo di infrazione commessa e il danno che ne concerne, pertanto è sempre utile riguardarsi il codice della strada e fare ammenda di quale siano le regole da rispettare.

Tutor: ecco il metodo più intelligente per evitare le multe

Con il passare degli anni, grazie anche all’esperienza acquisita alla guida, molti conducenti sembrano essere sempre sicuri di se e a volte trasportano cose e persone in modo non curante dei pericoli che possono incorrere.

Basti pensare che negli ultimi anni il numero di incidenti in Italia è aumentato rispetto i precedenti con una percentuale molto alta nel 2020 che rapportata ai mesi in cui è stato permesso circolare levando periodi di limitazioni e lockdown porta ad un dato molto alto.

Tutor: ecco i metodi migliori per evitarli
Superare la velocità comporta gravi incidenti – motori.news

Per questo motivo, nel corso degli anni, grazie anche a nuovi emendamenti, si sta cercando di trovare delle soluzioni sempre più efficaci per mettere fine o almeno contenere in parte le tragedie su strada.

Molti di questi incidenti, così come i motivi delle multe più diffuse sono dovute dal superamento del limite di velocità sulle strade dove è previsto un andamento ad un determinato numero di km/h.

I limiti di velocità

Questo avviene perché molte volte non ci si rende conto che all’interno di una strada ci sia imposta una determinata velocità al fine di evitare incidenti e se si rispettano le regole ne gioverebbe anche il nostro mezzo di locomozione.

“Chi va piano va sano e va lontano” dice un famoso detto ed è vero, perché anche il nostro veicolo, con un andamento più lento e senza stress ai pneumatici e sferzate e frenate brusche avrà più lunga vita.

Tutor: ecco i metodi migliori per evitarli
Bisogna sempre stare attenti ai limiti di velocità imposte sulle strade – motori.news

E di questo ne sarà felice anche il nostro portafogli, dato che, facendo meno manutenzione ed evitando i danni all’auto o al motore, non ci sarà bisogno di spendere soldi per riparare il danno subito.

Inoltre, va detto che qualora si superino i limiti di velocità si può essere beccati non solo dalla Polizia Locale ma anche dai tutor stradali e dagli autovelox posti, ormai, su qualsiasi strada.

Il record di multe

Questi, non solo aiutano ad individuare la velocità percorsa, ma tramite un meccanismo riescono a fotografare il mezzo in transito e a riconoscerne la targa e poi di conseguenza il proprietario del mezzo.

Basti pensare che sulle dolomiti a Colle Santa Cecilia nei pressi del Passo Giau esiste un autovelox che ha il record di multe più alto in Italia per via dei veicoli che presi dal paesaggio svettano sulla strada che porta a Cortina D’Ampezzo.

Esistono però dei metodi che vengono utilizzati per eludere i tutor e gli autovelox e questi vengono applicati da molti furbetti che cercano di trasgredire le regole della strada per poter sfrecciare in piena libertà.

Tutor: ecco i metodi migliori per evitarli
Le infrazioni del Codice della Strada comporta sanzioni molto pesanti – motori.news

In provincia di Bergamo un uomo è riuscito per anni a nascondere la targa del suo scooter poggiando un casco vicino la sua targa, ma il 50nne è stato dopo tanti anni individuato e sanzionato a dovere.

Il metodo utilizzato da questo conducente è uno dei più diffusi, infatti c’è chi come lui la nasconde con un casco e altri che invece utilizzano spray per manomettere i caratteri della targa.

Lo stratagemma più funzionale per ingannare i tutor

Negli ultimi anni, esiste anche un’app capace di segnalare la presenza di tutor e autovelox sulle strade, ma è una soluzione quasi nulla dato che i tutor, diversamente dagli autovelox, sono capaci di rivelare la velocità media mantenuta per diversi km.

Mentre alcuni evitano le multe transitando sulla corsia di emergenza, altri invece riescono ad evitare l’attivazione dei tutor, utilizzando un metodo quasi infallibile e più intelligente degli altri.

Tutor: ecco i metodi migliori per evitarli
Il metodo migliore è passare obliquamente sulle spire – motori.news

Passando sulle spire in modo diagonale oppure viaggiano a cavallo tra le due corsie, in questo modo le ruote non sono posizionate alla stessa distanza su ogni corsia e quindi non attiverebbe gli autovelox.

Ovviamente c’è da sapere che qualsiasi infrazione o utilizzo di questi metodi comportano in pesanti sanzioni fino ad arrivare al sequestro del veicolo e al ritiro della patente, quindi è sempre meglio rispettare i limiti stradali e le regole imposte dalla legge.