Un ritorno che fa sognare e sperare, Valentino Rossi e Ducati di nuovo insieme, ma questa volta non in veste di pilota bensì di imprenditore. Ebbene, è stato raggiunto l’accordo tra il nove volte campione del mondo e la casa di Borgo Panigale, che a partire dalla stagione 2022 di MotoGP fornirà le sue moto al team VR46. Per adesso il grosso è stato già fatto, manca solamente la firma ed i piloti protagonisti di questa nuova ed entusiasmante avventura potrebbero essere Luca Marini (fratello minore del Dottore) e Marco Bezzecchi. Inizialmente c’era un ballottaggio tra la Yamaha Petronas, attuale scuderia del pesarese, e la Ducati, ma alla fine la partita è stata vinta dal team bolognese.

Come ha riportato il quotidiano ‘La Gazzetta dello Sport’, l’accordo VR46-Ducati è stato raggiunto nel weekend del GP di Le Mans, quanto le parti hanno definito gli ultimi dettagli della partnership. Un gradito ritorno quello di Valentino Rossi in Ducati (con la quale il Dottore ha corso nel biennio 2011-2012) e questa volta lo farà in vesti ancora più speciali, ossia come team principal. In questa trattativa ne fanno parte Claudio Domenicali, Gigi Dall’Igna e Paolo Ciabatti da un lato e Alberto Tebaldi, il managing director Gianluca Falcioni, il responsabile del team Alessio Salucci dall’altro. L’annuncio in via ufficiale non giungerà al Mugello, ma quasi sicuramente in Catalunya. Nel weekend del Gran Premio d’Italia verrà invece annunciato il rinnovo, meritato, di Jack Miller per il 2022 e con Pramac Racing fino al 2024.

Il team VR46 nasce dunque da una collaborazione con la Tanal Entertainment Sport&Media, ossia una holding della casa reale dell’Arabia Saudita, e avrà come sponsor la famosa Aramco, nota compagnia petrolifera di stato. La squadra di Valentino Rossi, a partire dal 2022, sostituirà il team Avintia (ad oggi occupato da Marini e Bastianini). Le basi dal punto di vista finanziario erano già state limate e raggiunte un po’ di tempo fa, negli ultimi giorni invece sono stati risolti anche gli intoppi sul piano tecnico. Gli ultimi dubbi restano i piloti da schierare: Luca Marini quasi sicuramente sarà confermato, mentre Marco Bezzecchi prenderà il posto dell’attuale Bastianini.