In seguito alla bellissima e combattuta gara di ieri pomeriggio, che si è disputata sul circuito di Misano e che ha visto trionfare un ottimo Franco Morbidelli, le speranze per Valentino Rossi di vincere il decimo titolo mondiale in MotoGP sono sempre più vicine.

Il nove volte campione del mondo ha affermato di pensare seriamente alla vittoria del tanto atteso decimo titolo mondiale. Dopo il Gran Premio di San Marino, dove il Dottore ha chiuso quarto, le speranze del 41enne per la vittoria finale del Mondiale sono riaffiorate e adesso non le mollerà per niente al mondo.

Quello conquistato da Valentino Rossi nella gara della sua Misano, è stato comunque un buon risultato. Un quarto posto che non guasta le aspettative, ma ottenuto con un pizzico di rammarico. Infatti, il pesarese voleva salire sul terzo gradino del podio insieme ai suoi allievi della VR46 Riders Academy, ossia Franco Morbidelli e Pecco Bagnaia. Ma questo è stato sfiorato proprio nelle ultime curve, quando il #46 si è visto raggiungere e sorpassare dalla Suzuki di un sorprendente Joan Mir.

Valentino Rossi e la situazione in classifica generale

Il campione di Tavullia ritiene che adesso la situazione sta iniziando a diventare molto interessante in ottica della classifica generale piloti. Valentino, però, è consapevole che per raggiungere la vetta dovrà iniziare ad andare più forte in pista.

Fino a qualche gara fa sembrava quasi impossibile raggiungere la vetta della classifica, ma ad oggi le carte sono cambiate. Ben 11 piloti si trovano a lottare per il titolo mondiale a pochi punti di distacco l’uno dall’altro e tra questi c’è anche Valentino Rossi. Per il Dottore, dunque, il sogno del 10° titolo non sembra più un illusione, ma potrebbe seriamente avverarsi.

Il pesarese ha così dichiarato al termine del Gran Premio di San Marino:

Siamo tutti vicini e non c’è un favorito chiaro, visto che a turno tutti hanno problemi. Quartararo ha la pressione del Mondiale e fa errori, Dovizioso sta vivendo una delle stagioni più difficili e non sa cosa farà nel 2021, Maverick è grande in qualifica e nei test, i giri veloci sono il suo piatto forte, ma la mia forza la si vede la domenica pomeriggio. Sono a -18 ci sono tante gare, può succedere di tutto e quindi devo cercare di dare il massimo”.

Il mondiale di quest’anno, soprattutto in seguito all’infortunio subito da Marc Marquez che potrebbe tornare in pista in occasione del Gran Premio di Valencia, in programma dal 13 al 15 novembre 2020, è totalmente aperto. Tutti i piloti possono seriamente giocarsela fino in fondo e fino all’ultima gara della stagione 2020 se ne vedranno delle belle. L’entusiasmo, lo spettacolo e i colpi di scena certamente non mancheranno.