Valentino Rossi non smette mai di stupire. A due giorni dalla partenza ufficiale del campionato mondiale Moto GP 2018 il Dottore ha rinnovato il suo contratto con Yamaha. Rossi guiderà la due ruote di Iwata fino a tutto il mondiale 2020, quando avrà quasi 42 anni. Dove trovi forze e volontà rimane un mistero. Certamente la notizia farà piacere a tutti i suoi fans ed all’intero mondo delle due ruote.

Valentino Rossi ha sino ad oggi conquistato 9 titoli mondiali e ben 115 vittorie su 365 gare disputate. Se contiamo i podi, questi nono addirittura 227 pari ad oltre il 62% delle gare disputate. Il Dottore ha il forte desiderio di arrivare in doppia cifra per titoli mondiali vinti, questo potrebbe essere l’anno buono dopo gli ultimi test del Qatar. Con questo prolungamento di contratto Rossi arriverà a 16 stagioni con Yamaha, Casa alla quale è legato dal 2004 (con la piccola parentesi biennale in Ducati nel 2011 e nel 2012).

Ecco le parole pronunciate da Valentino Rossi dopo la firma del contratto: “Sono giunto alla conclusione che voglio continuare a correre perché essere un pilota e guidare la mia M1 è la cosa che mi fa sentire meglio. Avere ancora l’opportunità di lavorare con il mio box, la mia squadra e tutta Yamaha è un piacere, sono contento che questo possa continuare. Voglio ringraziare tutti, in particolare Lin Jarvis e Maio Meregalli, per la fiducia che hanno in me visto che la sfida sarà difficile: essere ancora competitivo avendo compiuto 40 anni”.

Intanto il circus della Moto GP è pronto a partire per una nuova scalpitante e combattuta stagione. Valentino Rossi è dato tra i favoriti, ma dovrà vedersela con il solito Marc Marquez (Honda) e con Andrea Dovizioso (Ducati). Attenzione anche al compagno di squadra del Dottore Maverick Vinales ed alla possibile sorpresa di Johann Zarco (Yamaha). Proprio quest’ultimo ha fatto segnare il miglior tempo sul giro durante gli ultimi test.