Per far sì che il mondiale 2020 di MotoGP riprenda, occorrono come minimo altri due mesi di attesa. Ma per quanto riguarda il futuro di Valentino Rossi, probabilmente ce ne vorrà meno. Con l’approdo del giovane talento Fabio Quartararo in Yamaha ufficiale, il destino del Dottore non sarà un top team bensì quello satellite dei Tre Diapason. Due sono le possibilità di scelta per il pesarese, ossia: quella del ritiro oppure di continuare per un’altra stagione. A quanto pare il numero 46, alla veneranda età di 41 anni, ha ancora da dimostrare in pista e tanta voglia di mettersi in gioco proprio come un ragazzino.

Negli ultimi giorni oltre agli allenamenti nel suo ranch, Valentino Rossi è stato molto attivo anche sui social e ha concesso un’interessante intervista al podcast ufficiale della MotoGP, in cui ha rivelato cosa ne sarà del suo futuro. Il campione di Tavullia ha parlato dell’offerta ricevuta dal team Petronas e dell’incontro (seppur virtuale) che ancora non ha avuto con il team principal Razlan Razlani. Il pesarese è riuscito a parlare del suo futuro solo con Lin Jarvis (numero uno del team Yamaha ufficiale).

Ora come ora Valentino Rossi ha le idee molto chiare. Infatti, prima di poter dare una decisione ufficiale, vuole prima capire se può essere ancora competitivo e se riuscirà a dare filo da torcere ai suoi giovani avversari talentuosi su una moto satellite.

Rossi si chiede: “Sarò ancora competitivo?”

Nella recente intervista, rilasciata sul sito ufficiale della MotoGP, il nove volte campione del mondo ha iniziato a parlare della sua competitività e dell’obiettivo che si era prefissato ad inizio stagione 2020. Ecco le sue parole come riportato da ‘motorbox.com’:

“Inizialmente il mio piano era molto chiaro: cambiare qualcosa nel team, aspettare fino all’estate per capire se poter essere più competitivo dello scorso anno. Questo per me è cruciale, voglio continuare ma solo se sono ancora forte. Sfortunatamente con questa situazione devo decidere senza gareggiare, quindi è un po’ più complicato. Devo pensare di più, cercando di capire dentro me stesso se ho ancora la giusta forza e le giuste motivazioni. Ho un’ottima opportunità con il team Petronas, che io penso essere un top team, come si è visto lo scorso anno con Fabio e Franco (Quartararo e Morbidelli), un team giovane con gente giovane intorno, con un sacco di gente che conosco e un grande sponsor come Petronas, per me è veramente una ottima opzione”.

Valentino Rossi ha tanta voglia di ritornare in pista e dire ancora la sua. Il possibile approdo nel team Petronas non gli dispiacerebbe, anzi, lo ritiene un ottimo team. Quasi sicuramente non è ancora il momento per il pesarese di appendere il casco al chiodo, ma il suo pensiero è molto chiaro: non vuole continuare in Petronas solo per correre la sua ultima stagione o solo per salutare i suoi tifosi e dirgli ‘ciao’. Le intenzioni della stella del Motomondiale sono:

Gareggerò solo se potrò dare il 100% e se capirò dentro me stesso di poter essere competitivo e in grado di combattere per il podio. Ho queste due opzioni, o Petronas o lasciare, perciò vedremo”.

Dichiarazioni molto chiare quelle del pesarese. Due le sue scelte: il ritiro o Petronas, sempre se capirà di essere ancora competitivo. Ovviamente la MotoGP e i suoi milioni di fans sperano che il Dottore non dica addio alle due ruote. Resteremo aggiornati per ulteriori informazioni.