Questa mattina è giunto il comunicato ufficiale: Sebastian Vettel dice addio alla Ferrari al termine della stagione 2020 di F1. Il matrimonio tra il quattro volte campione del mondo e la rossa di Maranello è durato cinque anni. Ma in tutte queste stagioni il tedesco non è riuscito a regalare la conquista di un titolo ai milioni di tifosi sparsi in tutto il mondo.

In questi anni ci sono stati parecchi alti e bassi contraddistinti da attesa e speranza per un possibile ritorno della Ferrari alla vittoria del campionato. Purtroppo il 32 enne di Heppenheim non è riuscito a reggere l’enorme peso nel passare da primo pilota della scuderia a secondo, dato che la priorità adesso porta il nome e cognome di Charles Leclerc.

Per il pilota tedesco è stato anche difficile mandar giù l’offerta del rinnovo contratto di solamente un anno (fino al 2021) e con uno stipendio notevolmente ridotto e pari a quello del giovane monegasco (legato alla Ferrari fino al 2024). Sebastian Vettel aveva espresso il desiderio di voler raggiungere Fangio a bordo del Cavallino Rampante, ma l’inversione dei ruoli con Leclerc e i continui risultati negativi ottenuti in questi anni, hanno fatto sì che questo sogno non potesse realizzarsi.

L’ex pilota della Red Bull in comune accordo con i vertici Ferrari ha inteso perfettamente che non era più presente il desiderio comune di voler proseguire insieme per altri anni ancora. In tutta questa storia il tedesco precisa che le questioni finanziarie non sono la causa che hanno portato a questa difficile, ma più ovvia decisione.

Vettel addio Ferrari, le parole di Binotto

Il team principal Ferrari, Mattia Binotto, nel comunicato stampa giunto questa mattina e che ufficializza l’addio di Sebastian Vettel alla rossa di Maranello, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni. Ecco quanto riportato da tuttomotoriweb.com:

Abbiamo preso questa decisione insieme a Sebastian e riteniamo che sia la miglior soluzione per entrambi. Non è stato un passo facile da compiere, considerato il valore di Sebastian, come pilota e come persona. Non c’è stato un motivo specifico che ha determinato questa decisione bensì la comune e amichevole constatazione che è arrivato il momento di proseguire il nostro cammino su strade diverse per inseguire i nostri rispettivi obiettivi”.

Il saluto di Sebastian Vettel alla Ferrari

Queste sono le parole di addio che il quattro volte campione del mondo di F1 ha voluto dichiarare in merito al suo addio alla Ferrari. Ecco ciò che riporta il noto quotidiano il ‘Corriere dello Sport’:

Il mio rapporto con la Scuderia Ferrari terminerà alla fine del 2020. In questo sport per riuscire ad ottenere il massimo bisogna essere in perfetta sintonia ed io e la squadra abbiamo realizzato che non esiste più una volontà comune di proseguire insieme oltre la fine di questo campionato. In questa comune decisione non entrano in alcun modo in gioco aspetti economici: non è il mio modo di ragionare quando si fanno certe scelte e non lo sarà mai”.

Vettel ha poi proseguito il suo discorso:

“Quello che è accaduto in questi ultimi mesi ha portato tanti di noi a fare delle riflessioni su quelle che sono davvero le priorità della vita bisogno di immaginazione e di avere un nuovo approccio a una situazione che è mutata. Io stesso mi prenderò il tempo necessario per riflettere su cosa sia realmente essenziale per il mio futuro. La Scuderia Ferrari ha un posto speciale nella Formula 1 e le auguro tutto il successo che merita. Infine, voglio ringraziare tutta la famiglia Ferrari e, soprattutto, i suoi tifosi sparsi in tutto il mondo per il sostegno che mi hanno dato in questi anni”.

Quale sarà l’obiettivo del tedesco? Il mio immediato obiettivo sarà quello di chiudere nella miglior maniera possibile questa lunga storia con la Ferrari cercando di condividere insieme ancora dei bei momenti, come i tanti già vissuti in passato”.

Addio Vettel, scambio con Sainz o ritiro dalla F1?

L’addio alla Ferrari non porterà certo Vettel ad appendere il casco al chiodo. Il 32 enne non ha alcuna intenzione di ritirarsi dalle corse. In una recente intervista rilasciata alla ‘Bild’ aveva dichiarato di essere più vecchio, ma di non sentirsi affatto così. All’età raggiunta continua a divertirsi e vuole continuare a correre.

Stando alle ultime indiscrezioni potrebbe esserci uno scambio di sedile con Carlos Sainz della McLaren. Il pilota spagnolo, classe ’94, sarebbe il primo in lista per affiancare Leclerc in Ferrari dalla stagione 2021. L’altro candidato sarebbe Daniel Ricciardo della Renault, non sicura nel rinnovare il contratto all’australiano.